NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Perchè QWERTY?

Perchè QWERTY?

Storia delle tastiere, perchè la disposizione si chiama QWERTY? Ci sono varianti?

da in Hardware, Qwerty, Tastiere
Ultimo aggiornamento:

    Ormai l’abbiamo imparato a sentire così tante volte che si è digerito senza problemi: QWERTY, l’abbreviazione della prima linea di pulsanti delle tastiere di mezzo mondo. Ma perchè i pulsanti sono disposti proprio così? E ci sono varianti?

    La prima risposta riguarda le macchine da scrivere, infatti la tastiera del pc non è altro che una discendente della pulsantiera delle vecchie macchine da scrivere. La disposizione QWERTY, la più comune, è utilizzata nelle tastiere dei paesi di lingua inglese e alcuni latini come anche quelle italiane. Tale layout fu brevettato nel 1864 da Christopher Sholes per l’azienda produttrice di macchine da scrivere Remington and Sons nel 1873. Christopher aveva pensato a una disposizione dei tasti che distribuisse le lettere più usate in modo omogeneo e non troppo vicino affinchè le mani venissero utilizzate in ugual modo e in modo tale che i martelletti non si storcessero.

    In alcuni paesi la disposizione varia per lettere più o meno usate, in Germania la Y e la Z sono invertite, così si ha la QWERTZ, in Francia AWERTY per un analogo discorso. In Italia le macchine da scrivere sono QZERTY e la L è invertita con la M.
    Esistono infine altre tastiere come la DVORAK che permette una maggiore velocità o la GKOS o ancora la XPeRT

    243

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN HardwareQwertyTastiere
    PIÙ POPOLARI