Licenziata perché usava Facebook in malattia

Una dipendente imbrogliona smascherata da Facebook viene licenziata dal capo per truffa e mutua non autorizzata

da , il

    Facebook croce e delizia di Internet: l’ultima storia di cronaca che riguarda il social network più famoso del web ha come protagonista un donna svizzera che si trovava a casa da lavoro per malattia, ma che è stata “scoperta” a far uso di FB ed è stata per questo licenziata.

    Qualche giorno fa vi avevamo invece parlato della redattrice di AgrigentoWeb costretta alle dimissioni per aver pubblicato un link a Repubblica sulla propria pagina di Facebook. In questo caso è arrivato rapido il licenziamento perché il datore di lavoro si è sentito preso in giro.

    La donna, dipendente della compagnia di assicurazioni svizzere National Suisse, era infatti a casa per malattia visto che violenti attacchi di emicrania le impedivano di stare seduta davanti al monitor del PC. Così il medico ha prescritto un periodo di riposo con tanto di permanenza in stanza al buio totale. Peccato che il capo l’abbia scoperta a fare largo uso di Facebook dal proprio iPhone. Da qui il licenziamento.