Extremely Large Telescope: il più grande telescopio al mondo

Extremely Large Telescope: il più grande telescopio al mondo sarà costruito dalla fine di quest'anno al 2018 e avrà uno specchio centrale davvero abnorme, ecco tutte le informazioni

da , il

    Extremely Large Telescope

    Signore e signori ecco il telescopio più grande al mondo, si chiamerà non a caso European Extremely Large Telescope e sarà davvero estremamente grosso e possente. Sarà eretto in una delle zone più convenienti – per quanto riguarda le condizione di osservazione del cielo – al mondo, ossia in Cile

    L’annuncio è arrivato nella scorsa settimana: il nuovo potentissimo telescopio europeo sorgerà sulla montagna del Cerro Armazones nella parte centrale del Deserto di Atacama in Cile: le condizioni meteo e atmosferiche sono le migliori al mondo con cielo sgombro e nitido (lontanissimo da illuminazioni, per altro) per 320 notti all’anno.

    Sul Cerro Armazones sarà dunque presto costruito il nuovo telescopio European Southern Observatory (ESO): ha battuto sul filo di lana la Spagna che aveva offerto come location la zona di La Palma. L’European Extremely Large Telescope (E-ELT) potrà così anche comunicare facilmente con gli altri telescopi che popolano la zona e che recentemente hanno resistito al terremoto che ha flagellato il paese sudamericano.

    ESO è la punta dell’iceberg formato da una collaborazione tra 14 paesi europei. Il mega osservatorio avrà uno specchio centrale di 42 metri di diametro e costerà circa 1 miliardo di euro. Il paragone con gli altri telescopi è lampante: il Keck Observatory nelle Hawaii ha un diametro di 10 metri, il telescopio Subaru da 8 metri e Hubble solo di 2.4 metri, tuttavia essendo orbitante è il più potente visto che si trova al di fuori della barriera formata dall’atmosfera.

    Nella zona cilena troviamo anche il Paranal Observatory e il cugino Very Large Telescope (VLT) a soli 20 chilometri di distanza dal Cerro Armazones. Quanto tempo impiegherà la costruzione? Inizierà verso fine anno per veder la conclusione nel 2018