Natale 2016

Samsung Wave: la nostra prova e recensione

Samsung Wave: la nostra prova e recensione

Samsung Wave S8500 è il primo smartphone con sistema operativo Bada, ecco tutti i dettagli e le caratteristiche peculiari nella nostra prova e recensione

da in Cellulari, Mobile, Recensioni, amoled
Ultimo aggiornamento:

    Abbiamo avuto modo di provare per il fantastico smartphone Samsung Wave S8500 grazie alla gentilezza di Pierpaolo Rizzo e Pietro Pannone di Weber Shandwick. Dopo averlo solo assaggiato al Mobile World Congress 2010, finalmente abbiamo potuto percepire a pieno la qualità e le performance di questo Full Touchscreen.

    Samsung Wave è il primo modello di cellulare intelligente con sistema operativo proprietario Bada che in coreano significa Oceano: S8500 è più di una semplice onda, sarà ricordato come il progenitore di una fortunata serie di dispositivi con l’OS di casa. In gallery una serie di scatti, sotto le impressioni.

    Elegante, sinuoso e brillante, il Samsung Wave S8500 mette subito in mostra gli attributi sottolineando i suoi punti di forza come l’eccelso schermo SuperAMOLED che non teme nemmeno il sole contro, il sistema operativo Bada pratico e intuitivo, una scheda tecnica completa e più che soddisfacente con il processore scheggia a 1GHz e un prezzo abbordabile.

    Samsung Wave Confezione d’acquisto
    La parte frontale è dominata dallo schermo TFT da 3,3 pollici Super Amoled, al di sotto ecco i pulsanti cornetta su, cornetta giù+accensione e tasto menu. Lato sinistro col pulsante otturatore e blocca tasti, destro con tasti volume/zoom. Parte superiore con jack audio 3.5 mm e ingresso microUSB per trasferimento dati e caricabatterie, bello protetto da una mini paratia, ottima scelta. Retro con fotocamera da 5 megapixel e flash in cornici romboidali e accesso (semplice) al vano batteria sotto al quale ecco la simcard slot. Materiali leggeri e resistenti, puliti e pratici al tatto.

    La fotocamera da 5 megapixel può catturare anche video in alta definizione, l’autofocus è veloce e il flash LED decisamente potente. Reattivo il tasto otturatore, disponibili funzionalità come Blink Detection, Lomo Shot, Vintage, Beauty, Smile, Panorama Shot, Geo-tagging, Image Editor.

    I files salvati sono ottimi tuttavia abbastanza pesanti.

    La memoria interna è da 2GB con ampliamento fino a 32GB via microSD. Il sistema operativo Bada si appoggia al collaudato Touchwiz qui alla versione 3.0: l’homescreen a più pagine permette di collocare i widget in modo tattico, la personalizzazione è al servizio della vita sociale e dello svago. E’ rapidissimo per mandare messaggi, chiamare, organizzare eventi, controllare il calendario. Con il Social Hub si semplifica la vita: raduna clin posta elettronica e servizi di Social Networking e Instant Messaging.

    Samsung Wave Menu

    Parte multimediale: audio in HD 5.1 Mobile Theater. Lettura formati video MPEG4, H.263, H.264, WMV,DivX, XviD, spazio al Video Editor Music Player con SoundAlive & SRS Sound Effect Find Music, presenti gli auricolari FM Radio/Registratore. Non manca l’A-GPS per la navigazione anche in 3D. Parte sensori: LBS Accelerometro, prossimità, bussola digitale. Interfacce: Bluetooth v3.0, USB v2.0 (Full -Speed) e Wi-Fi 802.11 b / g / n

    Pratiche alcune scorciatoie e accorgimenti come tenendo premuto il tasto home ecco che si aprono le apps aperte così da chiuderle, volendo, cliccando sulla X; facilissimo aggiornare e spostare le apps e i widget sul desktop, infine la griglia in basso allo schermo si può configurare con le apps più usate (3) aggiornate a ogni apertura.

    Il prezzo di Samsung Wave è di 399 euro (ma online si trova anche a meno), il che lo rende più che appetibile per chi vuole un concentrato di performance e di prestazioni e vuole inoltrarsi nel mondo nuovo di Bada; le applicazioni stanno fiorendo in questi ultimi giorni così da rimpolpare uno store che si è già aperto anche al pubblico italiano con apps nostrane. I punti forti: la batteria, lo schermo, radio con registratore e in generale la multimedialità, il processore e il prezzo. L’app market deve popolarsi, non comodissima la tastiera virtuale.

    698

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CellulariMobileRecensioniamoled

    Natale 2016

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI