NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Facebook: pregiudicato pubblica foto di una festa e viene arrestato

Facebook: pregiudicato pubblica foto di una festa e viene arrestato

Facebook, il pregiudicato Claudio Fiorentino di Giovinazzo (Bari) pubblica foto di una festa in casa e viene arrestato per violazione degli arresti domiciliari

da in Facebook, Social Media
Ultimo aggiornamento:

    facebook carabinieri

    Facebook è il luogo ideale per consentire ai geni di rovinarsi con le loro stesse mani: l’ultima vicenda in ordine di tempo è quella di un pregiudicato di Giovinazzo (Bari) che risponde al nome di Claudio Fiorentino. L’uomo era agli arresti domiciliari, però ha deciso di festeggiare il ventinovesimo compleanno con un bel party in casa. E fin qui niente di strano se non avesse deciso di invitare almeno cinque altri ex-colleghi malviventi andando contro ai divieti imposti dalla polizia. Il furbone ha poi caricato una foto – magari con relativi tag esplicativi sulle persone presenti – svelando da solo il misfatto e consegnando una prova inoppugnabile alle autorità. E’ stato ovviamente arrestato dai Carabinieri che lo stavano monitorando.

    Il 29enne Claudio Fiorentino, originario di Giovinazzo, ha deciso di festeggiare il compleanno con un party casalingo, trovandosi in regime di arresti domiciliari.

    Non ha però badato ai divieti invitando circa quindici persone tra cui altri cinque amici pregiudicati “off limits“.

    Con gli arresti domiciliari infatti, Claudio poteva accogliere in casa soltanto parenti di primo grado, figurarsi ex-colleghi di lavoro. In realtà la festa avrebbe anche potuto rimanere inpunita se non fosse scattata la pubblicazione delle foto del compleanno.

    I Carabinieri di Molfetta stavano regolarmente controllando il profilo dell’uomo e hanno riconosciuto tra i presenti non solo parenti o amici non autorizzati ma pure cinque altri pregiudicati, così il gip del Tribunale di Bari ha emesso un’ennesima ordinanza di custodia cautelare. Altri furboni di Facebook? Il ladro che è stato scoperto dopo che si è loggato dal PC dei derubati (e non si è disconnesso), ma anche i malviventi che cercano potenziali vittime proprio dai social network.

    356

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN FacebookSocial Media
    PIÙ POPOLARI