Wikileaks App trova rifugio sull’Android Market

Wikileaks App trova rifugio sull'Android Market dopo esser stato espulso dall'App Store di iTunes per iPhone

da , il

    wikileaks app android

    Wikileaks App non è rimasta a lungo a vagare nel vuoto dopo esser stata espulsa (con colpevole ritardo) da App Store di iTunes. Google l’ha accolta a braccia aperte e ora è possibile scaricarla dal Market di Android senza problemi. Almeno fino a quando Mountain View deciderà (se lo farà) di rimuoverlo. Ma non ci sarebbe da stupirsi se l’App rimanesse lì indisturbata, d’altra parte non ha niente di così sconvolgente per la condanna definitiva. Non cambia niente dall’App dopo il trasferimento da iPhone a Android, sarà sempre semplicissimo navigare nella marea di contenuti e rimanere in contatto con gli aggiornamenti da Twitter.

    Apple aveva dichiarato che Wikileaks App non aveva il diritto di starsene sull’App Store di iTunes per il download su iPhone, iPod Touch e iPad per un semplice motivo non ancora confermato: a pagamento dava lo stesso servizio che online si poteva fruire gratuitamente.

    80 centesimi su 1.49 euro che andavano – almeno così era la promessa – alle organizzazioni per la democrazia online. E come mai era stata precedentemente approvata? La risposta non è stata ancora data, fatto sta che ora l’App sbarca su Android Market che potrebbe non espellerla.

    Sarebbe una decisione di una certa importanza visto che altre grandi società americane come Amazon.com hanno messo subito Assange e co. alla porta. Abbiamo provato ad accedere al Market di Android: al momento sono presenti 8 contenuti come themes, widget e soprattutto Wikileaks US Embassy Cables con tutti i cablogrammi svelati, come quelli contro Berlusconi.