Energia Elettrica autoprodotta in casa con Great Barrier

Energia Elettrica autoprodotta in casa con Great Barrier
da in In Evidenza, Innovazioni Tecnologiche
Ultimo aggiornamento:

    La sensibilità di tutti verso la natura, il risparmio delle risorse, l’ecologia la produzione di energia elettrica sta diventando sempre più radicato in noi; nelle nostre abitazioni, vuoi perchè costruite anni fa nella maggior parte dei casi, sono molti gli sprechi, a partire dal riscaldamento fino all’acqua; è comunque possibile fare qualcosa, soprattutto con prodotti innovativi come Grat Barrier, unico prerequisito le tubature dell’acqua.

    Il prodotto è ancora allo stato prototipale ma la funzione è piuttosto semplice quanto utile: ricaricare le normali pile AA sfruttando il passaggio dell’acqua dai normali tubi di casa.
    Detta così sembra molto semplice, in realtà Great Barrier sfrutta in piccolo quello che è il concetto di turbina idroelettrica; grazie ad una piccola elica azionata dal passaggio dell’acqua il dispositivo è in grado di generare energia elettrica che servirà per ricaricare la pila elettrica inserita (eventualmente) nell’apposito vano.

    Di certo il concetto di “autogenerazione” dell’energia elettrica è un concetto piuttosto astratto, la ricarica della pila stilo AA potrebbe essere solo il primo step di un processo di produzione di Great Barrier anche di dimensioni più grandi, e non escludiamo che potrebbero essere utilizzati più Great Barrier in contemporanea nella stessa abitazione per quanto poi, ovviamente, il prodotto deve essere lasciato “a vista” e in effetti potrebbe generare un minimo di problematiche.

    Nessuna informazione su disponibilità e prezzi ma di certo, dopo che avrete lavato la macchina vi sentirete meno in colpa per aver sprecato acqua.

    282

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN In EvidenzaInnovazioni Tecnologiche
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI