iPad 2: 7 punti su cui ragionare prima del Keynote

da , il

    yerba buena center

    Poche ore ancora all’inizio del Keynote Apple (ore 19:00 Italiane) dove verrà presentato l’iPad 2 e per certi versi sembra che la rete sia più interessata alla presenza o meno di Steve Jobs alla presentazione. Per tutti coloro che parteciperanno alla presentazione, se pur virtualmente, ecco un vademecum delle caratteristiche da seguire, una sorta di “quello che vorremmo, aspettiamo che lo annunciate”.

    • Taglio di Prezzo: in effetti non è molto in linea con la filosofia della mela che preferisce mantenere i prezzi a fronte di evoluzioni tecnologiche mai di secondo piano, ma la concorrenza è spietata nonostante la predominanza netta del mercato.
    • Fotocamera (meglio se due): quello che più di tutto è mancato all’iPad è una fotocamera, caratteristicha must have dei device odierni. Visto tutto quello che la concorrenza ha fatto e visto quanto inserito in iPhone4 direi che la doppia fotocamera è d’obbligo.
    • Sorprese non annunciate: Di caratteristiche tecniche si è parlato per giorni e giorni, attendiamo quel “colpo alla Apple” con una features inaspettata; sarebbe troppo ordinaria una presentazione senza scossoni.
    • Data di Vendita: Lo si vorrebbe subito, da provare, da testare, recensire, smanettare; quello che dirà Apple tra qualche ora definirà in un certo modo tutte le date di uscita della concorrenza annunciata e non, ma ormai siamo pronti all’invasione da tempo quindi che inizi pure.
    • Due iPad: Che è ben diversa da iPad2; in effetti si ipotizzano due versioni del prodotto, una GSM e una CDMA, divisione questa che non influenza minimamente le scelte della vecchie europa ma che rappresenta uno sforzo produttivo non indifferente per l’azienda di Cupertino.
    • 7 Pollici: Da sempre Apple è stata contraria ai 7 pollici per il tablet, troppo piccoli a detta di ingegneri e pezzi grossi, quindi non aspettiamoci proprio niente da questo punto di vista sebbene alcuni competitors abbiano realizzato risultati più che interessanti.
    • Steve Jobs: La presenza del CEO di Apple è una costante dei keynote, le voci sulle sue condizioni fisiche ultimamente non sono state delle migliori, fatto che getta inevitabilmente un’ombra sulla manifestazione. Vederlo sul palco dello Yerba Buena Center sarebbe una piacevole “sorpresa”.

    In realtà certe sorprese sono state “rovinate” dall’uscita un pò troppo anticipata della scheda tecnica di iPad2 su Amazon.de, ma la sorpresa è sempre dietro l’angolo.