Come funziona il GPS sull’iPad?

Come funziona il GPS sull’iPad?
da in Apple, Applicazioni, GPS, Guide HiTech, Hardware, iPad
Ultimo aggiornamento: Martedì 31/05/2016 10:26

    Il chip GPS è incluso in iPad 2 così come iPad 1: entrambi i tablet di Apple possono infatti svolgere la funzionalità di navigatori satellitari grazie all’antenna e alle tecnologie integrate. Le uniche differenze tra la versione solo Wi-Fi e quella Wi-Fi + 3G sono riscontrabili appunto nell’assenza (nella prima) del modulo 3G e del GPS: sarà così possibile sfruttare le capacità di geolocalizzazione e dunque applicazioni per mappe (ma non solo) e servizi esclusivi. Ma come funziona il GPS su iPad e quali apps si possono scaricare per spremerlo al meglio trasformandolo in un maxi-navigatore?

    ipad wifi vs ipad 3g gps

    Il chip GPS e la relativa antenna sono inclusi solamente sul modello 3G che integra appunto non solo il modulo per la navigazione in mobilità grazie alla radio cellulare, ma anche il GPS per la navigazione stradale e per la fruizione completa di una vasta serie di applicazioni, non solo di quelle legate alle mappe. Il GPS è dunque assente su iPad solo Wi-Fi. Conseguentemente alla differenza di componenti tra i due modelli, c’è una piccola differenza in termini di peso quasi impercettibile (12 grammi) e una porzione nera sul retro in corrispondenza delle antenne. Il modello solo Wi-Fi include infatti le tecnologie Wi-Fi (802.11a/b/g/n) e Bluetooth 2.1 + EDR, il collega aggiunge la connettività UMTS/HSDPA/HSUPA (850, 900, 1900, 2100MHz), GSM/EDGE (850, 900, 1800, 1900MHz). Entrambi dispongono di bussola digitale,

    ipad wifi 3g gps touch

    Scorrendo nelle specifiche tecniche di iPad è possibile incontrare la dicitura A-GPS, cosa significa? Sta per Assisted GPS ed è una tecnologia che permette di ridurre sensibilmente i tempi d’attesa nel fix dei satelliti per la navigazione e per lo sfruttamento di applicazioni che richiedono la geolocalizzazione. E’ particolarmente indicato per poter usare il GPS in zone difficili come in viali alberati, sotto ostacoli o in presenza di interferenze. Per funzionare richiede la connettività cellulare – presente appunto in iPad 3G prima e seconda versione – così da aggiornare la lista e la posizione dei satelliti disponibili. Ormai il fixing dura pochi secondi, così iPad è immediatamente operativo e funzionante, senza spendere troppa energia a danno della batteria. Insomma, un’azione mirata e precisa che però richiede un trasferimento di dati.

    motionxipadgpsapps

    Grazie alla presenza del GPS sarà dunque possibile svagarsi e facilitarsi la vita con le tante applicazioni dedicate. Si parte ovviamente dalle mappe come Google Maps, si passa per le apps che richiedono la geolocalizzazione per un’esperienza più piena come Google Sky Map (per esplorare il firmamento), Foursquare (il celebre social network), lo stesso Facebook con Places/Luoghi, i vari navigatori satellitari da Tom Tom a CoPilot e via dicendo con Navigon, Magellan, Garmin… Sull’App Store di iTunes potete muovervi nell’apposita categoria per trovare centinaia e centinaia di programmi per ogni uso. E voi, quale avete scaricato?

    674

    ARTICOLI CORRELATI