Natale 2016

Rete Wi-Fi protetta? Facile bucarla con le apps, ecco come evitarlo

Rete Wi-Fi protetta? Facile bucarla con le apps, ecco come evitarlo

Rete Wi-Fi protetta? E' possibile bucarla grazie ad alcune applicazioni non molto lecite, è stato questo il tema del servizio delle iene di ieri

da in Applicazioni, Guide HiTech, Hacker, Mobile, Sicurezza Informatica, Wi-Fi
Ultimo aggiornamento:

    reti wi fi protette

    Una rete Wi-Fi protetta da password non è un limite invalicabile: al contrario bastano alcune applicazioni mirate per poterla utilizzare così da connettersi a sbafo. Un danno da poco direte voi? Non sempre: male che vada qualcuno scroccherà la rete per controllare la posta, navigare, scaricare, ecc… ma c’è la possibilità che qualche malintenzionato utilizzi questo stratagemma per usi illeciti del web senza la possibilità di essere rintracciato visto che risulterà il proprietario della rete l’eventuale responsabile.

    Ieri sera ne hanno parlato in TV le Iene, potete visualizzare il filmato del servizio cliccando in fonte, qui sopra uno screenshot che mostra lo smartphone utilizzato. Si tratta di LG Optimus One, uno degli smartphone Android dal prezzo più abbordabile.

    Ma come si fa a penetrare all’interno di una rete Wi-Fi protetta da password? Come viene spiegato nel servizio “Ti rubo la Password e ti spio” si sfruttava un’applicazione per Android chiamata Wpa tester, che però è stata già rimossa dal Market.

    Quest’applicazione sfrutta la password di default assegnata al router personale, che può essere calcolata partendo dal codice identificativo. Come poter evitare quest’eventualità? Il consiglio è quello di cambiare la password personale con una propria parola chiave con qualche numero in mezzo.

    273

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN ApplicazioniGuide HiTechHackerMobileSicurezza InformaticaWi-Fi

    Natale 2016

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI