Dopo la “Notte delle Rete” l’AgCom addolcisce il provvedimento

Dopo la "Notte delle Rete" l'AgCom addolcisce il provvedimento eliminando il potere di oscuramento di siti portatili senza dover prima passare dalla Magistratura

da , il

    agcom provvedimento

    Dopo la manifestazione La Notte delle Rete, l’AgCom ha rivisto le linee guida della nuova normativa a protezione dei diritti d’autore con relativa immediata azione contro i portali e gli spazi che non rispettano il copyright. La posizione dell’Autorità è ora meno dura e si pensa che la protesta del popolo del web sia servita allo scopo, ma anche i cybercriminali sorridono e si prendono una fetta della torta dei vincitori, visto che i continui attacchi degli ultimi giorni – per altro anche alla stessa AgCom – hanno smosso le coscienze. Forse delle due ipotesi si propenda più per la prima.

    La notte di protesta verso la decisione dell’AgCom (Autorità Garante per le Telecomunicazioni) sembra aver portato a buon fine gli obiettivi e con un voto di sette favorevoli, un astenuto e un contrario, si è ammorbidita la normativa per evitare il bavaglio al web.

    C’era chi sperava addirittura nel decadimento del provvedimento, in realtà è stato solo reso meno duro, come spiegato dal comunicato stampa ufficiale dell’AgCom. Ora si attende la pubblicazione sul sito ufficiale dell’Autorità. “Abbiamo eliminato ambiguità e possibili criticità“, ha spiegato il presidente Corrado Calabrò.

    L’Autorità, sostanzialmente, rinuncia ad oscurare i portali “colpevoli” lasciando che questa decisione passi alla magistratura e si evita così questo salto decisionale che garantiva all’AgCom un pieno potere. Ora per 60 giorni il provvedimento sarà disponibile a consultazione pubblica.