Natale 2016

Il software libero, cos’è e chi sono i protagonisti

Il software libero, cos’è e chi sono i protagonisti

Il software libero, cos'è e chi sono i protagonisti di questo movimento simile a una religione con i suoi comandamenti, la sua bibbia e i suoi profeti

da in Guide HiTech, Linux, Software
Ultimo aggiornamento:

    software libero gnu linux

    Con il termine Software libero si intende appunto un software con una licenza che garantisce a chiunque di utilizzarlo liberamente. Di più: oltre all’uso completamente gratuito, è apprezzato anche un feedback sul prodotto che può essere semplicemente “segnalazioni” oppure meglio ancora con interventi grazie all’apertura del codice sorgente. E la successiva redistribuzione. Non è da confondere con l’open source visto che la natura del software libero non si limita al codice accessibile. Quali sono i personaggi che hanno fatto la storia del software libero? A tal proposito vi consigliamo la visione del documentario Revolution OS (vedi fonte) a integrazione di questo approfondimento.

    regole software libero
    Si potrebbe intendere il software libero come una vera e propria religione con i comandamenti, la “bibbia” e i suoi profeti. Il software libero è sempre soggetto a licenza d’uso (da non confondere con il software di pubblico dominio) e garantisce l’accesso al codice sorgente con possibilità di modifica, per qualsiasi scopo e per la redistribuzione senza limiti di copie. Si dovranno sempre menzionare gli autori precedente e non si dovrà modificare la licenza d’uso rendendola incompatibile con la licenza originaria. Più in generale sono richieste quattro libertà fondamentali da rispettare, come stipulato da Richard Stallman e la Free Software Foundation (vedi paragrafo sotto)

    • Libertà di eseguire il programma per qualsiasi scopo
    • Libertà di studiare il programma e modificarlo
    • Libertà di ridistribuire copie del programma in modo da aiutare il prossimo
    • Libertà di migliorare il programma e di distribuirne pubblicamente i miglioramenti, in modo tale che tutta la comunità ne tragga beneficio

    Soddisfano queste quattro libertà i software diffusi sotto licenza GNU GPL (GNU General Public License), come ad esempio MediaWiki, di Wikipedia. Troviamo anche la licenza GNU LGPL (GNU Lesser General Public License) o la Apache License. La data di nascita ufficiosa del software libero è il 1983 con la nascita del progetto GNU da parte di Stallman. Nel 1991 ecco GNU/Linux, clone di UNIX da modificare e distribuire liberamente. Ma vediamo i protagonisti del software libero.

    richard_stallman
    A integrazione di quanto anticipato prima, soffermiamoci sulla figura di Richard Stallman, classe ’53, uno dei padri fondatori del software libero. Nel 1983 ideò le basi per il progetto GNU per poi aprire al primo sistema operativo completamente libero, nato dalle basi di Unix. La nascita della Free Software Foundation (FSF) avviene due anni dopo, nel 1985, che andò a regolamentare il movimento. Da programmatore ha firmato importanti software come Emacs, GNU Compiler Collection e GNU Debugger, da attivista si è battuto per la difesa e il riconoscimento delle proprie idee, come alternativa di qualità e di quantità (intesa come massa di collaboratori dalla grande esperienza) che i programmi liberi potevano vantare nei confronti del software proprietario.

    linus_torvalds
    Più giovane di una generazione, Linus Torvalds è un programmatore finlandese classe ’69 reso immortale per essere il primo autore del kernel Linux e divenuto poi coordinatore del progetto di sviluppo di questo sistema operativo soggetto anche della sua tesi di laurea in informatica “Linux: A Portable Operating System”. Il suo nome è profondamente legato a quello di Stallman visto che grazie al sistema GNU si è data alla luce la versione GNU/Linux, prima vera alternativa libera a Microsoft Windows, Mac OS X e lo stesso Unix. Inserito nella lista dei 60 Years of Heroes del TIME nel 2006, ha lavorato per la Transmeta e si occupa del coordinamento del gruppo di programmatori di Linux per la OSDL (Open Source Development Lab), sponsorizzata da tutti i più importanti nomi dell’informatica. Piccola curiosità: la moglie Tove ha portato alla creazione di Tux, il pinguino mascotte di Linux.

    eric raymond
    Eric Raymond (1957) celebre programmatore e hacker, è autore del progetto POP mail fetchmail, ha lavorato al progetto Emacs e alle librerie GNU ncurses, ha implementato il linguaggio di programmazione INTERCAL in C e in generale viene da sempre tirato in ballo nel momento in cui si chieda un parere sul movimento open source di cui è ambasciatore. Si può associare alla figura di Bruce Perens che ha avuto un ruolo attivo e pratico nel movimento del software libero, come vertice del progetto Debian GNU/Linux. Brian Behlendorf (1973) ha sviluppato il popolare web server software Apache Web e fondato l’Apache Group divenuto poi Apache Software Foundation, di cui è stato presidente per tre anni. Successivamente è entrato nel board di Mozilla Foundation dal 2003. Michael Tiemann ha co-fondato la società Cygnus Solutions nel 1989, ma da programmatore ha firmato lo GNU C++ compiler e ha lavorato allo GNU C compiler e GNU Debugger. Attualmente è vice presidente alla Red Hat Inc. e presidente dell’Open Source Initiative. Infine, tra gli altri nomi importanti troviamo Larry Augustin, Frank Hecker e Rob Malda, tutti presenti nel documentario Revolution OS, cliccare in fonte per tutte le altre info e per visualizzarlo liberamente (e ci mancherebbe altro) online.

    Se ti è interessato questo articolo dai un’occhiata anche a:

    1094

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Guide HiTechLinuxSoftware

    Natale 2016

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI