Natale 2016

CES 2012: Razer Project Fiona, il tablet giocherellone

CES 2012: Razer Project Fiona, il tablet giocherellone

CES 2012: Razer presenta il tablet Project Fiona con controller attaccati alla scocca principale per un'esperienza di gioco immersiva

da in Innovazioni Tecnologiche, Mobile, Tablet, Videogiochi, Xbox
Ultimo aggiornamento:

    Anche al CES 2012 la domanda è subito sorta: i tablet sono circa tutti identici? E’ vero, la form factor è quella, ma d’altra parte la loro natura di tavoletta digitale non li rende così personalizzabili con soluzioni particolarmente aberranti. Razer ha presentato però un concept di un dispositivo – Project Fiona – che potrebbe uscire a breve con una forma e soprattutto con obiettivi che lo spostano dall’omogeneità del settore. Qui sopra è possibile visualizzare un video che racconta il device e le su funzionalità soprattutto ludiche, estrapoliamole dopo il salto.

    Per prima cosa, Project Fiona di Razer monta il sistema operativo Windows 8 e già questa non solo è una rarità, ma lo pone anche in una categoria non così densamente popolata. Proprio per via dell’OS di Microsoft all’ultima generazione, Project Fiona può includere componenti tecnici di alto range, quasi da notebook più che da tablet PC. Ma la sua vera predisposizione è quella al gioco.

    Project Fiona è un tablet con una diagonale di schermo da 10.1 pollici touchscreen multitouch capacitivo, una misura piuttosto standard e originale che lo pone a fianco di modelli come Motorola Xoom oppure di Samsung Galaxy Tab 10.1 solo per fare due esempi. Ma la sua particolarità sta nei controller integrati a fianco, con joypad che a molti ricorda, a ragione, quello della console Xbox 360.

    Sono dotati per altro di stick analogici e con force-feedback a vibrazione.

    La scheda tecnica di Project Fiona di Razer include anche un processore Intel Core, Wi-Fi, Bluetooth 3.0, un accelerometro 3-axis per comandare i giochi sfruttando il movimento stesso dell’intero sistema e un ottima parte audio con surround Dolby 7.1. La volontà è quella di dedicarsi non solo ai casual gamer ma soprattutto ai gamers incalliti, che troveranno infatti pane per i loro denti.

    Non c’è dubbio che la soluzione attiri questi giocatori e che si comporti ottimamente per quanto riguarda la sezione ludica, ma quanto potrebbe essere comodo durante il trasporto? I controller attaccati potrebbero infatti dare un po’ fastidio. Probabile che non sia una versione definitiva della form factor, ne sapremo di più nei mesi a venire. Al CES 2012 abbiamo rivisto anche i caschi da videogioco, con Android.

    397

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Innovazioni TecnologicheMobileTabletVideogiochiXbox

    Natale 2016

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI