Il MIUR trasforma con Google Translate il pecorino in posa a luci rosse

Il MIUR trasforma con Google Translate il pecorino in posa a luci rosse

Sul sito del MIUR è apparso un erroraccio di traduzione su un bando internazionale con il formaggio pecorino che è diventato una posa a luci rosse

da in Google, Internet, Social Media
Ultimo aggiornamento:

    miur_pecorino

    Quando errori di traduzioni generano mostri: un bando in inglese pubblicato sul sito del MIUR (Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca) ha provocato una delle figuracce più clamorose degli ultimi anni. Il titolo originale del bando di ricerca era «Dalla pecora al pecorino, tracciabilità e rintracciabilità di filiera nel settore lattiera caseario toscano» e apriva a ricercatori per assegni di ricerca. La prassi chiedeva la traduzione in inglese, ma per velocizzare la procedura si è utilizzato Google Translate (e si è lasciato a casa il buon senso) e il “pecorino” è stato tradotto con una posa a luci rosse. Come da screenshot qui sopra.

    Si spera sia frutto di un burlone irresponsabile, ma difficilmente sarà questa la verità. Sarebbe curioso scoprire come il formaggio sia diventato quel che è diventato, visto che per di più si deve trasporre il genere dal maschile al femminile. La verità è che più semplicemente si è utilizzato un traduttore automatico come Google Translate. Provate da voi e otterrete non il medesimo ma un risultato molto simile.

    Ma d’altra parte i tipi di Google sono dei veri burloni (ecco tutte gli scherzi nascosti nei vari servizi), fino a poco tempo fa “Tiziano Ferro” veniva tradotto come “Iron Maiden” e sono ancora tante le easter eggs (ossia gli scherzi dei programmatori) rimasti in memoria oppure rinnovati regolarmente. Tuttavia in questo caso una burla si è trasformato in un vero e proprio caso.

    Un risultato che sfocia nel ridicolo e nel patetico soprattutto perché la traduzione non solo è stata approvata, ma è stata anche pubblicata e lasciata online fino al momento in cui la vicenda è diventata di pubblico dominio.

    Soprattutto grazie al passaparola online sui social network, la pagina è stata cliccatissima e così, con un ritardo clamoroso, è stata messa offline. Ora è tradotta correttamente.

    Un problema di leggerezza e di superficialità tutto italiano? Affatto: il bando tradotto è finito anche sul portale della Commissione Europea, che ovviamente l’ha riportato senza accorgersi della sbandata presa dal traduttore. Anche in questo caso la pagina è stata messa offline. Chissà quanti ricercatori, nel frattempo, non l’abbiano presa seriamente pensando di trasferirsi in Italia per approfondire…

    Ecco i migliori servizi di traduzione Italiano-Inglese online. L’errore più clamoroso con i traduttori online rimane però quello del ristorante cinese Server Error.

    AGGIORNAMENTO 17/02/2012 ore 11.30: è apparsa un’elegante e sobria risposta sul sito ufficiale del Ministero che ringrazia tutti gli utenti che hanno segnalato questo errore. Motiva la svista con la solita scusa del tanto materiale e del poco personale “Non potete nemmeno immaginarvi quanto sia grande ed estesa la struttura amministrativa”. Vero, ma non è la vera causa della clamorosa figuraccia.

    529

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN GoogleInternetSocial Media Ultimo aggiornamento: Martedì 31/05/2016 10:26
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI