Esame di maturità 2012, i temi e le tracce saranno svelati via telematica

Esame di maturità 2012, i temi e le tracce saranno svelati via telematica

Finalmente l'esame di Maturità abbandona l'invio delle tracce per via tradizionale con buste da Roma e punta sulla soluzione telematica, più veloce e economica

da in Innovazioni Tecnologiche, Maturità 2016
Ultimo aggiornamento:

    Esami di maturita telematico

    Le tracce dei temi e le seconde prove dell’esame di Maturità non arriveranno più con una busta con tanto di scorta armata a seguito, ma si passerà alla soluzione più pratica e comoda della via telematica scegliendo la spedizione digitale attraverso un computer più o meno protetto. L’Esame di Maturità è diventato famoso in questi anni per l’attesa che suscita – la celeberrima notte prima degli esami – vissuta più a cercare indizi e anticipazioni che a studiare e a ripassare. Con un comunicato ufficiale, il Ministro dell’Istruzione Profumo ha annunciato questa novità che entrerà in pratica già da quest’anno, ovviamente.

    L’esame di Maturità 2012 sarà ricordato come il primo che riceverà le istruzioni e le tracce in via telematica. Sarà infatti abbandonato l’iter utilizzato finora in favore della soluzione digitale molto più comoda, veloce, sicura e soprattutto economica. Addio a procedure ormai inverosimili per gli anni in cui viviamo e benvenuta la lineare e inevitabile via informatizzata con le informazioni che arriveranno direttamente dal web in ogni istituto a momento debito.

    Fino allo scorso anno la Maturità seguiva un percorso tortuoso: le buste partivano tutte da Roma, erano poi ricevute dagli uffici dei capoluoghi di regione, smistati in quelli delle province e da lì alle forze dell’ordine che le consegnavano di persona a ogni scuola al momento dell’esame stesso. Un iter davvero insostenibile per spreco di risorse, di personale e di tempo. Così il ministro Profumo ha dato il via al Plico Telematico ossia la circolare che attua la riforma.


    E pensare che era dal 1998 che il Ministero aveva aperto alla soluzione telematica come risolutrice di tutti questi ormai vetusti sistemi. “Allo stato attuale ricorrono le condizioni ambientali, culturali, professionali e strumentali per garantire i requisiti fissati dal regolamento“, dice la circolare e così ora non ci sarà più bisogno di assistere a quello che sembra un’operazione militare o di scambio di ostaggi. Alla mattina dell’esame, basterà premere un pulsante e si invieranno le tracce.

    Poi ogni istituto stamperà nella misura necessaria i fogli – quando si risolverà anche questo spreco di carta? – e potranno partire gli esami. Si parla tanto di sicurezza informatica ora, ma si rassicura sul fatto che le informazioni saranno trasmesse criptate. Ma in fondo dopo pochi minuti dall’apertura delle bust… scusate volevamo dire dalla stampa delle tracce tutto sarà riversato in tempo reale online presso i portali studenteschi e massimo mezzora in seguito online saranno disponibili tutte le tracce. Ecco quelle del 2011.

    504

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Innovazioni TecnologicheMaturità 2016 Ultimo aggiornamento: Martedì 31/05/2016 10:26
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI