Fidel Castro è morto: la bufala e le condoglianze burla volano su Twitter

L'ennesima bufala sulla morte di Fidel Castro sta spopolando su Twitter con tanto di profili fasulli e condoglianze fake da parte di leader politici europei

da , il

    fidel castro morto bufala twitter

    Fidel Castro è morto questa notte alle 2 a Cuba: ecco l’ennesima bufala che riguarda la presunta scomparsa del Líder máximo, che sta letteralmente dominando i trend di Twitter. Regolarmente esce la voce della morte di Fidel e ormai il social network dei cinguettii è diventato il canale preferito dai burloni. E per rincarare la dose, sono arrivate anche condoglianze ovviamene fake (fasulle) da finti profili del Presidente del Consiglio, Mario Monti, e del Vice Presidente della Commissione UE Olli Rehn. In realtà nessun organo di stampa ha confermato. Non sarebbe il primo caso di morte-fasulla sbandierata su Twitter.

    La foto qui sopra mostra l’ultima immagine pubblica diffusa dal Governo cubano ritraente Fidel Castro. E’ stata scattata lo scorso 1 marzo in occasione del discorso durante il meeting con l’organizzazione non governativa giapponese Peace Boat ad Havana, Cuba. Si tratta di una nave che sta facendo il giro del mondo per promuovere la pace, i diritti umani e il disarmo nucleare. Ad ogni modo, per i burloni di Twitter sarebbe proprio questa l’ultima foto di Castro prima della morte.

    Di più, sono apparsi anche profili evidentemente fasulli di alcuni importanti leader politici europei che avrebbero confermato la morte di Fidel lasciando anche condoglianze. Ad esempio il finto Mario Monti (@PresMarioMonti)La notizia della scomparsa di Fidel Castro mi viene ora confermata anche dal Vice Presidente della Commissione UE Olli Rehn” e infatti proprio Rehn twitta: “From the Government of Cuba to EU Commission: Fidel Castro dies today at 2h (local time).“. Ma non ci è cascato proprio nessuno.

    Fidel non è morto, ovviamente. E questa non è che l’ultima di una numerosa e ormai incalcolabile serie di bufale che lo riguardano. Alcune sono circolate già diversi decenni prima della venuta di Twitter, altre sono letteralmente esplose a breve distanza l’una dall’altra da quando Castro ha annunciato il peggioramento delle proprie condizioni di salute. Fidel sta infatti combattendo un tumore all’intestino e ha lasciato le cariche di Presidente del Consiglio di Stato e Comandante in capo al fratello Raúl Castro. Anche il ruolo di Segretario del Partito Comunista Cubano è stato lasciato circa un anno fa, nell’aprile 2011.

    Twitter ha recentemente accolto un grande numero di bufale sulle morti delle celebrità. Il caso più clamoroso è stato quello riguardante l’attore americano Owen Wilson, che ha tirato nella trappola testate anche famose. In ordine cronologico abbiamo sentito anche delle scomparse fasulle di celebrità come Snooki di Jersey Shore, la cantante Taylor Swift, l’attore italiano Paolo Villaggio e poi ancora Eddie Murphie, Mr Bean, ecc… così, quando poi le morti sono vere – come nel caso di Lucio Dalla – il popolo del web deve necessariamente aspettare fonti confermate e ufficiali per crederci pienamente.