Natale 2016

Google Doodle per Akira Yoshizawa con gli origami

Google Doodle per Akira Yoshizawa con gli origami

Google Doodle per il maestro giapponese degli origami, Akira Yoshizawa con un logo che riprende lo stile del genio nipponico

da in Google, Social Media
Ultimo aggiornamento:

    google doodle Akira Yoshizawa

    Google ha dedicato il Doodle di oggi a uno dei maestri dell’origami, il giapponese Akira Yohizawa, nato il 14 marzo di 101 anni fa e recentemente scomparso proprio il giorno del suo compleanno, appunto il 14 marzo del 2005 all’età di 94 anni. Le lettere che compongono il nome del motore di ricerca più famoso al mondo riprendono lo stile dei lavori del maestro giapponese, con le amatissime farfalle di carta che si posano delicatamente sugli origami virtuali. In generale, un logo interessante e pittoresco, che però avrebbe potuto osare un po’ di più.

    E’ che Google ci ha abituati troppo bene con loghi davvero spettacolari come ad esempio quello dedicato a Jules Verne e al sottomarino Nautilus oppure quello animato per Charlie Chaplin. Senza dimenticare il vero e proprio fumetto interattivo per Stanislaw Lem, ma in quel caso è entrato in gioco il patriottismo del “russo” Sergey Brin co-fondatore di Google.

    Tornando al Doodle per Yoshizawa, è un riconoscimento postumo che l’artista avrebbe sicuramente apprezzato, perché ha permesso a milioni e milioni di persone di conoscere un “origamista” tra i più famosi. Era una vera celebrità in Giappone, grazie alle oltre 50.000 opere e l’imperatore Hirohito lo onorò con l’Ordine del Sole Levante, uno dei più alti riconoscimenti giapponesi, nel 1983.

    Nel marzo del 1998 fu invitato al museo parigino del Louvre per un’esibizione della propria arte che permise anche al pubblico europeo di osservarlo da vicino. E risolse anche alcune frizioni tra Yoshizawa e gli altri origamisti giapponesi che spesso erano letteralmente detestati dal genio e accusati di plagio. Una delle ossessioni del maestro era quella del segreto delle proprie opere.

    Infatti dei 50.000 origami composti, solo poche centinaia sono stati “spiegati” in diagrammi che ne permettessero la realizzazione dietro istruzioni. Gli origami svelati sono conservati in 18 libri. La parola Origami significa appunto “piegare la carta” dato che è composta da Ori e da Kami ossia rispettivamente Piegare e Carta. E’ una delle tradizioni artistiche più antiche del Giappone, risalente addirittura al 17esimo secolo e noto in Occidente solo dal Novecento in poi. Chi sarà il prossimo protagonista del Doodle?

    426

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN GoogleSocial Media

    Natale 2016

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI