Natale 2016

Il profilattico sociale racconta su Facebook dove è stato usato

Il profilattico sociale racconta su Facebook dove è stato usato

Il profilattico sociale promosso dall'associazione Planned Parenthood of the Great Northwest racconta su Facebook dove è stato usato

da in Facebook, privacy, Social Media
Ultimo aggiornamento:

    profilattico_social_planned_parenthood

    Sui profilattici della Planned Parenthood of the Great Northwest si trova uno di quegli speciali codici per smartphone e tablet, i QR Codes. Si tratta di quei particolari disegni che, una volta inquadrati da una fotocamera digitale di un dispositivo connesso in rete, permettono di accedere a informazioni, pagine e contenuti. E che cosa c’entra questa tecnologia con un sistema anticoncezionale e soprattutto promosso da questa organizzazione traducibile come Maternità pianificata? E’ un vero e proprio esperimento sociale, che ha ovviamente meritato subito l’attenzione del web. E che non dimentica l’importanza della privacy.

    In buona sostanza si usa il prodotto (il profilattico) e poi si inquadra il codice QR sull’incarto con lo smartphone connesso al web così si viene immediatamente catapultati presso la pagina Wheredidyouwearit.com? Ossia dovelhaiindossato.com che appunto indica il luogo geografico dove si è utilizzato il profilattico e si è consumato il rapporto.

    Inoltre è possibile anche condividere su Facebook le medesime indicazioni geolocalizzate così da far sapere a tutti dove e magari pure con chi si è utilizzato il prodotto. Su una mappa appariranno tutti i punti in cui altri utenti si sono appena divertiti.

    Ma la privacy? Per prima cosa è possibile garantire l’anonimato e dunque il proprio “pin” appare senza indicazioni sull’identità dell’autore.

    In secondo luogo la mappa non è zoomabile fino, ad esempio al numero civico di un’abitazione, ma indicherà un’area approssimativa. Ma che associazione è la Planned Parenthood of the Great Northwest? Si dedica soprattutto alle donne e a un più consapevole approccio al tema della maternità e dunque alla prevenzione della stessa per evitare gravidanze indesiderate. Con quest’iniziativa ha voluto inaugurare una sorta di collezione di dati per un database statistico. Obiettivo scientifico, anima social, la ricetta perfetta per il passaparola sul web.

    358

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN FacebookprivacySocial Media

    Natale 2016

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI