Una banana può diventare un controller [VIDEO]

Una banana può diventare un controller [VIDEO]

MaKey MaKey trasforma qualsiasi oggetto in un controller compreso il play-doh oppure un disegno a matita, banane come pianoforte o anche le scale di casa, ecco un video dimostrativo

da in Computer, Hardware, Innovazioni Tecnologiche, USB
Ultimo aggiornamento:

    Makey Makey è uno dei progetti più affascinanti e particolari proposti negli ultimi mesi: è un sistema che trasforma praticamente qualsiasi oggetto e potenzialmente qualsiasi superficie in un pulsante di controller. Ad esempio una serie di banane messe una in fila all’altra possono diventare tasti di un pianoforte così come le scale di casa. Oppure si può prendere il Play-Doh e creare pulsanti che poi funzionano perfettamente per controllare Super Mario nel videogames o ancora disegnare a matita su un foglio di carta i tasti per muovere Pac-Man. Volete di più? I tasti possono essere sostituiti da quattro bacinelle piene d’acqua e dal piede che si immerge. Ancora di più? Le mani di volontari possono fungere da tamburi di una batteria. Ma come funziona questa tecnologia? E’ semplicissima, date un’occhiata al video qui sopra.

    Makey Makey è un progetto realizzato da due ricercatori del MIT Media Lab ossia Jay Silver e Eric Rosenbaum, due giovani studenti di una delle università tradizionalmente più quotate in ambito tecnologico, dalla quale fuoriescono le migliori idee. Il kit proposto si basa su una scheda di circuiti essenziale, su una serie di cavetti e su un cavo USB. Tutto qui, il resto lo aggiunge l’utente e la sua fantasia visto che dovrà collegare i cavetti con ganci agli oggetti e la scheda di circuiti via USB al computer. Il funzionamento è molto semplice: i cavetti con ganci partono dal “tasto” corrispondente e si applicano all’oggetto scelto per farne le veci.

    Cerchiamo di comprendere meglio la tecnologia.

    Se ad esempio servono solo le quattro frecce direzionali come nel caso del gioco musicale oppure in Pac Man, allora si dovranno cercare quattro oggetti o superfici con l’unica richiesta che possano saper condurre elettricità. La pelle umana, ad esempio, oppure l’acqua o ancora la grafite lasciata da una matita su un foglio di carta. Successivamente si dovranno collegare gli oggetti scelti con il cavetto a pinza fino al circuito in corrispondenza del pulsante virtuale scelto. Così ad esempio la freccia in su si collega al primo disegno o alla bacinella in alto, la freccia a destra a quello a destra e così via. Tutto qui.

    Le potenzialità sono praticamente infinite dato che si possono collegare le pinzette dei cavi a qualsiasi cosa, compresa una mano, a un foglio di alluminio e alla bacinella del latte del gatto per fargli compiere un autoscatto oppure a una serie di banane per suonare musica al pianoforte. E se gli oggetti non conducono bene elettricità? Nessun problema, basta strofinarli con una banana, spruzzarli con dell’acqua oppure applicare una porzione di nastro adesivo. Fantastico progetto, economico e geniale. Così apprezzato che su KickStarter dei 25.000 dollari chiesti per il finanziamento se ne sono ricevuti già $175,335, ecco il sito ufficiale di Makey Makey.

    Un progetto altrettanto suggestivo è quello promosso dalla Disney per il controlling tridimensionale, eccolo.

    538

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN ComputerHardwareInnovazioni TecnologicheUSB
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI