Apple Siri era meglio prima dell’acquisto da parte di Apple, parola di Woz

Apple Siri era meglio prima dell’acquisto da parte di Apple, parola di Woz

Siri è l'assistente vocale di Apple che secondo Steve Wozniak funzionava decisamente meglio prima dell'acquisizione da parte di Cupertino

da in Apple, Applicazioni, iPhone, Mobile, Smartphone, Apple A5, Steve Wozniak
Ultimo aggiornamento:

    iPhone4s_Siri comandi segreti

    Il grande Steve Wozniak, co-fondatore di Apple insieme a Steve Jobs, si è esibito in un’altra delle sue celebri esternazioni che non risparmiano certo le scelte societarie di Cupertino. Questa volta la vittima è Siri ossia l’assistente vocale evoluto che ha debuttato (in inglese) con iPhone 4S e che il prossimo autunno parlerà anche in italiano grazie alla diffusione della versione stabile di iOS 6.0, già attualmente scaricabile in versione beta. Il Woz ha affermato che questa tecnologia funzionava in modo decisamente migliore prima dell’acquisto dell’applicazione da parte di Apple. Prima, infatti, era un’app stand-alone ossia a se stante. Secondo Steve, Siri era più preciso e più efficiente, poi è peggiorato con l’integrazione con il sistema operativo proprietario iOS.

    Apple Siri, ossia l’assistente vocale integrato in iPhone 4S, sarà sempre più integrato nel sistema operativo iOS a maggior ragione con l’aggiornamento di iOS alla versione 6.0. Tuttavia, secondo secondo Steve Wozniak il software funzionava decisamente meglio prima dell’acquisto da parte di Apple. Ad esempio riusciva a restituire risposte a domande complesse come “Quali sono i numeri primi più grandi di 87″ o ancora “Quali sono i cinque laghi più grandi degli Stati Uniti”.

    Siri nasconde una buona serie di comandi speciali, che sono stati per l’occasione svelati da Cyberspace, che li ha ordinati in un elenco di facile lettura. Non propriamente Easter Eggs (ossia uova di pasqua) lasciate dai programmatori per farsi due risate con gli utenti, quanto proprio comandi particolari, spesso anche piuttosto utili.

    Iniziamo dalle emoticons che si possono enunciare (Frowney Face), così come la punteggiatura con “apri parentesi”, “chiudi parentesi quadra”, “nuovo paragrafo”, ecc… inutile specificare che per ora tutti i comandi in italiano sono in standby visto che si attende il passaggio a iOS 6 ufficiale che arriverà non prima del prossimo autunno. Per quanto riguarda lo status su Twitter, Facebook o qualsiasi altro social network, è possibile inviare un update via SMS. E’ possibile recuperare il cast di un film “Chi era nel cast di [nome film]” e riprodurre un’intera playlist (non una singola canzone “Riproduci [nome playlist]“.

    E’ possibile effettuare una ricerca di email a partire dal nome di contatto. Se non si ama Google si può scegliere “Cerca Bing/Yahoo” ad esempio con la formula: “Cerca [Bing/Yahoo] per [informazione] [data] [luogo]” e qualsiasi altra informazione aggiuntiva specifica. Si può disattivare la sveglia e riavviare il sistema. In realtà non è un reboot completo quanto un refresh dello Springboard. Ecco tutte le altre novità apportate da Apple con iOS 5.0, il nuovo sistema operativo di ultima generazione.

    504

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AppleApplicazioniiPhoneMobileSmartphoneApple A5Steve Wozniak Ultimo aggiornamento: Venerdì 15/07/2016 07:09
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI