Supercomputer più potente al mondo? Il cinese Tianhe-2, da 33.8 petaflop

Supercomputer più potente al mondo? Il cinese Tianhe-2, da 33.8 petaflop

Si aggiorna ancora la classifica dei super computer più potenti al mondo con la vetta conquistata dal cnese Tianhe-2 - che significa Via Lattea - che offre una performance pari a 33

da in Computer, Hardware, Processori
Ultimo aggiornamento:

    Tianhe 2

    Si aggiorna ancora la classifica dei supercomputer più potenti al mondo e ora al primo posto c’è il cinese Tianhe-2 dell’Università statale per la Tecnologia della Difesa del governo del colosso orientale. Per la quinta volta consecutiva mantiene la testa del ranking mettendosi dietro i rivali americani e giapponesi. La sua potenza ha qualcosa di tremendo e vertiginoso, dato che è in grado di compiere 33.8 milioni di miliardi di operazioni al secondo o, per semplificare, 33.8 petaflop. Tianhe significa Via Lattea in cinese e così come l’universo è sempre in continua espansione esponenziale, anche i supercomputer crescono a ritmi pazzeschi: gli americani dell’US Department of Energy (DOE) hanno in programma di allestire due supercomputer che saranno fino a 5 volte più performanti, a fronte di un budget da 325 milioni dollari a disposizione.

    Si aggiorna la classifica dei supercomputer più potenti al mondo grazie al ranking top500. C’è l’ingresso direttamente in vetta di un nuovo performante sistema che stravolge la classifica che vi abbiamo proposto sei mesi fa, tuttavia se dalla terza alla quinta piazza si segnalano distacchi contenuti in termine di prestazione, i due leader si mettono a galoppare verso livelli ormai irraggiungibili per gli altri super computer. Il nuovo numero uno è Sequoia prodotto da IBM e mosso dal sistema operativo Linux, alfiere del mondo open source, può raggiungere una potenza complessiva di 16.32 petaflops (l’unità di misura di questi mostri) grazie a un sistema Gene/Q a 96 rack con ben 1572864 core. Seconda piazza per l’ex leader K Computer Fujitsu, l’Italia è settima con il sistema Fermi. Quali sono gli altri supercomputer che compongono la classifica?

    Prima di tutto è necessario specificare che l’unità di misura per il ranking è il flop ossia FLoating point OPeration che illustra le capacità di compiere elaborati processi. Ebbene, un petaflop è un “quadrillione”, 1000000000000000 di flop. Un numero spaventoso. Nella classifica Top500 Intel la fa da padrona con l’80 per cento della fornitura, mentre per quanto riguarda i consumi, la faccenda si fa interessante. Sequoia di IBM con il suo cuore a oltre un milione e mezzo di core e con una potenza complessiva di 16.32 petaflops è balzato direttamente in testa andando a superare il mostruoso K Computer che è stato il primo ad aver sfondato con veemenza la barriera dei 10 petaflop dai circa 8 petaflop di un anno fa, una crescita considerevole e imponente, che però si è fermata lasciando strada libera al giovane e arrembante rivale.

    K Computer è prodotto da Fujitsu e si avvale di 705 mila core Sparc64.

    Con predominanza di chip Nvidia su ATI, la media di questi supercomputer era sei mesi fa di 282 megaflop per ogni watt di energia spesa con il giapponese K Computer tra i più efficienti con 830 megaflop per ogni watt consumato. Partiamo dalla penultima classifica dei primi cinque mostri:

    • 1. K Computer, Giappone. 10.5 petaflops
    • 2. Tianhe 1-A, Cina. 2.5 petaflops
    • 3. Cray Jaguar, USA. 1.7 petaflops
    • 4. Dawning Nebulae, Cina. 1.27 petaflops
    • 5. Tsubame 2.0, Giappone. 1.91 petaflops

    Notare che due sono giapponesi, due sono cinesi e solo uno è americano. Dal secondo al quinto c’è “solo” 0.6 petaflop di differenza, mentre dal secondo al primo il salto è terrificante, 8 petaflop. Ebbene se ora andiamo a aggiornare la classifica con gli ultimi dati forniti dalla classifica di Top500, troviamo la seguente situazione:

    • 1) Sequoia – BlueGene/Q, Power BQC 16C 1.60 GHz, Custom / 2011 IBM – 16.3 petaflop
    • 2) K computer, SPARC64 VIIIfx 2.0GHz, Tofu interconnect / 2011 Fujitsu – 10.5 petaflop
    • 3) Mira – BlueGene/Q, Power BQC 16C 1.60GHz, Custom / 2012 IBM – 8 petaflop
    • 4) SuperMUC – iDataPlex DX360M4, Xeon E5-2680 8C 2.70GHz, Infiniband FDR / 2012 IBM – 2.8 petaflop
    • 5) Tianhe-1A – NUDT YH MPP, Xeon X5670 6C 2.93 GHz, NVIDIA 2050 / 2010 NUDT – 2 petaflop
    • 7) Fermi – BlueGene/Q, Power BQC 16C 1.60GHz, Custom / 2012 IBM – 1.7 petaflop

    A proposito di super computer, il campione di quiz televisivi Watson sarà destinato all’uso medico.

    745

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN ComputerHardwareProcessori Ultimo aggiornamento: Martedì 31/05/2016 10:26
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI