Natale 2016

Microsoft Surface Pro recensione: il migliore Ultrabook [FOTO&VIDEO]

Microsoft Surface Pro recensione: il migliore Ultrabook [FOTO&VIDEO]

Ecco la nostra recensione video di Microsoft Surface Pro ossia il nuovo tablet con sistema operativo Windows 8 Pro che debutta in Italia come degno rivale non tanto di iPad e dei tablet Android quanto degli Ultrabook

da in Microsoft, Mobile, Recensioni, Tablet, Videorecensioni
Ultimo aggiornamento:

    Microsoft Surface Pro è il protagonista della nostra video recensione di oggi: il nuovo tablet PC ha finalmente debuttato anche in Italia con la sua scheda con caratteristiche tecniche evolute che lo rendono non solo una tavoletta per qualsiasi uso, ma anche un vero e proprio sostituto di un notebook. In questo senso si intende anche il prezzo che è superiore alla media dei tablet proprio per via dei componenti che lo mettono più a confronto con il settore degli Ultrabook. Dunque, non è un dispositivo che a nostro avviso si deve paragonare a iPad oppure ai modelli con OS Android. D’altra parte basta dare una piccola sbirciata alle specifiche: sistema operativo Windows 8 Pro a 64bit e processore Intel Core i5 accompagnato da una memoria massima di 128GB.

    Il tutto in un corpo che ricorda decisamente da vicino quello di Surface RT (ecco la nostra anteprima e approfondimento dedicato) con un peso di 900 grammi e uno spessore di 13.5 millimetri. L’estetica è lineare, squadrata e gradevole, con una cornice ridotta e uno stand che permette di appoggiare il tablet su un piano. Sul fondo sono presenti i connettori per agganciare le tastiere/cover che sono due, una di tipo meccanico e una di tipo touch. La prima offre lo stesso feedback di una tastiera normale, la seconda presenta tasti in leggero rilievo (per aver un riferimento tattile) ed è lavabile. Sui lati troviamo ingresso Mini Display Port, una porta USB 3.0 standard, jack da 3.5mm e slot per microSD per ampliare memoria o spostare file. Sul lato superiore trova spazio il pulsante on/off e standby. La confezione d’acquisto include il tablet, la penna capacitiva, il caricabatterie (composto da due elementi) e la manualistica cartacea. Qui sopra il nostro video di anteprima con intervista a Claudia Bonatti – Direttore della Divisione Windows per Microsoft Italia – dopo il salto tutte le informazioni e un po’ di foto del dispositivo che uscirà fra qualche giorno seguendo il buon successo della versione più consumer e economica Surface RT.



    La scheda tecnica di Surface Pro è davvero massiccia. Parte dal sistema operativo Windows 8 Pro e prosegue con uno schermo touchscreen ClearType HD da 10,6 pollici di diagonale con una risoluzione di 1920 x 1080 pixel 16:9 (widescreen) con multitouch a 10 punti. Il dispositivo misura 274,5 x 173 x 13,5 mm per un peso di 916 grammi. Troviamo una porta USB 3.0 standard, lettore di schede microSDXC, jack cuffie da 3.5mm, Mini DisplayPort e la porta per cover. La memoria è da 64 GB (di cui circa 29 GB disponibili per i contenuti utente) o 128 GB (89GB liberi). Completano il quadro due videocamere HD da 720p, anteriore e posteriore, Wi-Fi (802.11a/b/g/n), Bluetooth 4.0 a basso consumo energetico e il compartimento sensori con quello per la luce ambientale, accelerometro, giroscopio e magnetometro. La scheda riassunta:
    • Sistema operativo Windows 8 Pro
    • Schermo touchscreen ClearType HD da 10,6 pollici di diagonale a risoluzione di 1920 x 1080 pixel 16:9 (widescreen) con multitouch a 10 punti
    • Dimensioni 274,5 x 173 x 13,5 mm per un peso di 916 grammi
    • Memoria da 64 GB (di cui circa 29 GB disponibili per i contenuti utente) o 128 GB (89GB liberi)
    • Videocamere HD da 720p fronte/retro
    • Porte: USB 3.0 standard, lettore di schede microSDXC, jack cuffie da 3.5mm, Mini DisplayPort e la porta per cover
    • Wi-Fi (802.11a/b/g/n), Bluetooth 4.0 a basso consumo energetico
    • Sensore di luce ambientale, accelerometro, giroscopio e magnetometro



    È presente una penna per poter scrivere, prendere appunti, disegnare e quant’altro sullo schermo touchscreen, c’è una porta Mini Display Port per connettere periferiche HD come proiettori o schermi e ovviamente si possono installare tutti i software che si desiderano (oltre alle applicazioni pescate dal Windows Store) proprio come un normale computer. Un po’ di precisazioni: rispetto al Surface RT è leggermente più spesso, ma è inevitabile in quanto non solo accoglie componenti più evoluti, ma lascia anche un po’ di spazio per la ventilazione.

    Il peso non è indifferente, è consigliabile usare lo stand incluso oppure agganciare le tastiere per un maggiore comfort. E la mancanza del modulo cellulare? In generale il mercato sembra virare per la soluzione Wi-Fi con aggancio alla rete domestica o lavorativo oppure – in mobilità – appoggiandosi allo smartphone in tethering. Di sicuro si scontenta una fetta potenziale di utenti, ma quanto può essere grande? Inoltre, Surface Pro può accogliere penne modem USB attraverso la porta USB 3.0.

    Microsoft Surface Pro pro e contro

    E ora i pro e contro di Surface Pro. Innegabile che questo dispositivo possa offrire una grande potenza, con una scheda tecnica paragonabile a quella di un notebook e non di un tablet, una notevole solidità strutturale e dell’aggancio della tastiera. La dotazione software è completa e ampliabile a piacere sia installando programmi come in un normale PC sia dallo Store. Lo schermo Full HD è reattivo e confortevole all’uso, il device non riscalda troppo. La batteria abbastanza duratura e l’ampliamento memoria via microSD è sicuramente un bel pro. Sui lati si possono individuare due componenti professionali come la porta USB 3.0 e DisplayPort. La penna è sensibilissima. Di contro, le fotocamere non sono entusiasmanti, meglio come videocamere (ma d’altra parte Microsoft le chiama appunto videocamere). Lo stand lo rende poco utilizzabile quando si ha la tastiera collegata e lo si poggia sulle ginocchia: dà il meglio di sé o come tablet (anche se alla lunga può diventare pesante) o poggiato su un piano stabile. Tornando alla penna, non è sicurissima agganciata lì, sul lato dove è possibile anche agganciare il connettore per la ricarica batteria. I prezzi: 889 euro per la versione da 64GB e 999 euro per il 128GB con tastiere a parte (119€ per la touch, 129€ per quella meccanica). Come range siamo dunque – ancora una volta – nel settore Ultrabook ed è proprio per questo motivo che trova senso il nostro titolo: a nostro avviso Surface Pro è il migliore Ultrabook uscito finora, che in più può trasformarsi in un tablet con tutti i vantaggi e le comodità legate. Lo consigliamo a chi? A utenti professional, ma anche consumer a patto che necessitino davvero di componenti di alto range, altrimenti buona parte delle potenzialità potrebbero rimanere inespresse e sprecate.

    1206

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN MicrosoftMobileRecensioniTabletVideorecensioni

    Natale 2016

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI