Space Invaders: l’inventore non sapeva giocarci

Space Invaders: l’inventore non sapeva giocarci

Il tremendo segreto dell'inventore Tomohiro Nishikad di Space Invaders: era scarsissimo a giocare alla propria creatura e ha dovuto basarsi prettamente sul feedback dei collaboratori sul lavoro per non renderlo troppo semplice

da in Videogiochi, space-invaders
Ultimo aggiornamento:

    Space Invaders inventore Tomohiro Nishikado

    Un terribile segreto si nasconde dietro l’inventore di Space Invaders: Tomohiro Nishikado era ed è tuttora piuttosto scarso con i videogiochi, come ammesso da lui stesso che ha aggiunto: “Facevo persino fatica a passare il primo livello, per fortuna che bilanciavo questa mia mancanza con il feedback delle persone che lavoravano con me, perché se fosse stato solo per me allora Space Invaders sarebbe diventato troppo semplice da giocare“. Insomma, una vera e propria rivelazione che il buon Tomohiro ha nascosto per 35 anni e che accresce ancor di più la leggenda intorno al celeberrimo arcade game.

    Risposta giapponese al successo planetario di Pong nel 1971, Space Invaders è passato alla storia (sette anni dopo) come primo vero arcade game “fantascientifico” con la lotta tra umani e alieni invasori con quella grafica pixellata che ha scatenato tra l’altro la creazione di tanti gadget nostalgici in questi anni (vedi sotto). Ci sono tantissimi fan di Space Invaders, il celeberrimo videogioco che ha fatto la storia con il suo gameplay semplicissimo ma avvincente e la sua grafica irresistibilmente pixellosa. Forse con un passato da fan del gioco, il designer Chris Naylor ha ideato un tostapane dedicato. Questo tostapane non esiste ancora nella realtà, ma solo nel mondo dei concept: la sua forma riprende proprio le sembianze di uno degli alieni protagonisti del gioco e la sua capacità è ovviamente quella di tostare la fetta di pane imprimendoci sopra la bruciatura dell’alieno stesso

    Space Invaders Toaster

    Questo gadget è per geek doc, di quelli che stravedono per i videogiochi di vecchia scuola come Space Invaders e Pac-Man, i classici retrovideogames che ancora oggi nell’era del 3D trovano terreno fertile per orde di fanatici.

    Il tostapane concettuale si chiama ovviamente Invader Toaster e porta la firma di Londoner Chris Naylor. A proposito di Space Invaders, in questi anni abbiamo assistito a presentazioni di massa di gadget e accessori dedicati. Abbiamo visto il salvadanaio, la sveglia esclusiva idea regalo, la tastiera flessibile o l’arte di Space Invaders con umani-pixel

    446

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Videogiochispace-invaders
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI