Darkfull Hell: recensione, prezzo e caratteristiche [VIDEO]

Darkfull Hell: recensione, prezzo e caratteristiche [VIDEO]

Darkfull Hell: recensione, prezzo e caratteristiche tecniche dell'ottimo smartphone con sistema operativo Android, capacità dual sim e processore quad core che è finalmente disponibile anche in Italia

da in Android, Cellulari, Mobile, Recensioni, Smartphone, Videorecensioni, Wiko
Ultimo aggiornamento:

    Darkfull Hell è il primo smartphone che la società francese Wiko Mobile ha ufficializzato in Italia ed è tempo di raccontarvelo con la nostra immancabile video recensione completa. Nel video qui sopra potrete assistere alla presentazione del dispositivo con uno sguardo all’estetica e al design, alla scheda con le caratteristiche tecniche, alla parte software con tutte le funzionalità e infine con la chiusura con i pro e contro. Vi anticipiamo che è stata davvero una bella sorpresa questo dual sim con quad core e schermo da 5 pollici. Dopo il salto, gli approfondimenti testuali e un po’ di foto.

    Darkfull Hell e confezione

    Compatta e completa la confezione d’acquisto di Darkfull Hell che include il telefono, il caricabatterie, il cavo USB-microUSB, cuffie con auricolari in-ear e cappucci sostitutivi e manuali cartacei. In più, adattatori da nano e microSIM a MicroSIM e anche a SIM (una sorta di regalo, visto che non serve). Notare che tutti i cavi sono piatti così da non annodarsi e danneggiarsi. L’estetica del dispositivo è gradevole e il design punta su materiali solidi: la batteria (non accessibile) è protetta da una cover in alluminio, con sopra e sotto plastica di qualità. Il fronte accoglie l’ampio schermo da 5 pollici, sopra troviamo l’altoparlante ricevitore, sensori di prossimità e illuminazione, LED notifica, logo e fotocamera frontale da 5 megapixel, sotto i pulsanti capacitivi home, indietro e menu. Lato destro con pulsante on/off/standby e bilanciere volume e zoom; lato sinistro con la doppia slot per microSIM. Lato inferiore con jack da 3.5mm e microfono e superiore con microUSB per ricarica e trasferimento dati. Lato posteriore con fotocamera da 13 megapixel con flash, loghi vari e altoparlante di sistema.

    Wiko Darkfull offre una lista di caratteristiche tecniche davvero molto performanti. C’è il sistema operativo Android 4.2.1 Jelly Bean con una interfaccia minimamente personalizzata (solo nella gestione dual sim e nelle gestures), poi troviamo un display touchscreen da 5 pollici di diagonale IPS a risoluzione Full HD 1920×1080 pixel con una densità di 441ppi (pixel per pollice) con tecnologia OGS (One Glass Solution) e protezione con vetro Corning Gorilla Glass 2, buon processore MediaTek quad core da 1.5GHz con 2GB di Ram, una memoria interna da 16GB non espandibile via microSD, fotocamera frontale da 5 megapixel e una posteriore da ben 13 megapixel, GPS, Wi-Fi, Bluetooth, connettività HSPA+ e porta USB 2.0 con funzione USB OTG. Lo specchietto

    • Sistema operativo Android 4.2.1 Jelly Bean con interfaccia personalizata
    • Processore MediaTek quad core da 1.5GHz con 2GB di Ram
    • Memoria da 16GB
    • Schermo touchscreen da 5 pollici IPS Full HD 1920×1080 pixel con una densità di 441ppi (pixel per pollice)
    • Tecnologia OGS (One Glass Solution) e vetro Corning Gorilla Glass 2
    • Fotocamera frontale da 5 megapixel e posteriore da 13 megapixel
    • GPS, Wi-Fi, Bluetooth
    • Connettività HSPA+

    Darkfull Hell multitasking

    Il sistema operativo è praticamente senza personalizzazione da parte del produttore fatto salvo per due eccezioni che abbiamo riscontrato. La prima è nella gestione della doppia utenza cellulare in rubrica e ovviamente anche nella selezione del numero nel “telefono”. La seconda è la pagina con tutte le gestures che possono sfruttare i sensori frontali per comandare e controllare lo smartphone con pratici gesti. Per il resto, è la versione stock dunque facilmente personalizzabile come meglio si crede, un vantaggio non da poco per chi non ama troppo le interfacce proprietarie.

    Darkfull Hell menu fotocamera

    Quali sono i pro e i contro di Darkfull Hell? Lo schermo è ampio e reattivo e offre la risoluzione Full HD 1080p.

    Il processore è veloce, offre un multitasking senza rallentamenti anche grazie alla Ram da 2GB e mette sul piatto bassi consumi energetici. La fotocamera da 13 megapixel sul retro (con video in Full HD e buona stabilizzazione) fa bene il proprio lavoro, ma ogni tanto patisce le zone di luce e ombra e in generale salva immagini un po’ scure, in più il flash è un po’ troppo potente. La frontale da 5 megapixel è davvero ottima per autoscatti o meglio dire selfie. La batteria arriva senza problemi a fine giornata. La gestione della doppia utenza grazie alla tecnologia Dual Sim è una grande comodità, anche se – essendo Dual Standby – se si riceve una chiamata su un numero, l’altro risulta irraggiungibile. Infine, la confezione acquisto è completa con cavi anti-annodamento. Per quanto riguarda i contro, non c’è 4G LTE, il microfono nel video un po’ mal messo può tapparsi e il telefono dovrebbe avere più grip, perché può scivolare facilmente. E il prezzo? È di 279 euro, offrendo un rapporto sicuramente più che favorevole con la qualità messa a disposizione. Ma il vero punto forte è nell’assistenza in caso di guasto, con assistenza entro 72 ore.

    933

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AndroidCellulariMobileRecensioniSmartphoneVideorecensioniWiko Ultimo aggiornamento: Mercoledì 24/08/2016 07:09
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI