HTC One Max: recensione, prezzo e scheda [FOTO]

HTC One Max: recensione, prezzo e scheda [FOTO]

HTC One Max: ecco la nostra recensione del cellulare con tutte le informazioni sulle caratteristiche tecniche, uscita e prezzo del nuovo possibile phablet che rappresentara il top di gamma per i taiwanesi

da in Android, HTC, Mobile, Recensioni, Smartphone
Ultimo aggiornamento:

    HTC One Max è il potente phablet che la società taiwanese ha presentato lo scorso ottobre insieme alle caratteristiche della scheda tecnica, al prezzo e a tutte le funzionalità. Oggi siamo pronti per la recensione. Si può intendere come la versione maxi del celebre e apprezzatissimo HTC One che ha debuttato nel 2013 riscontrando pareri più che positivi sia da parte della critica sia da parte del pubblico, tanto da meritarsi anche il primo posto nella nostra classifica di fine anno. Così come il fratello minore, Max potrebbe presentare un’estetica del tutto simile con una scocca unibody, l’uso predominante del metallo e una scheda con caratteristiche tecniche al top. Il display sale fino a una diagonale abbondante di 5.9 pollici ovviamente in formato Full HD. E sul retro… il lettore di impronte digitali stile TouchID di iPhone 5S. Qui sopra le prime foto, dopo il salto tutti i dettagli e le impressioni.

    HTC One Max seguirebbe perfettamente la linea “filosofica” dei prodotti della società taiwanese e in generale la strategia di tutte le società d’hitech del giorno d’oggi, in ambito mobile. È stato infatti presentato HTC One, che si può considerare come le fondamenta della piramide e il punto di riferimento, poi è stato il turno di HTC One Mini che è la versione più compatta, meno potente e dunque anche più economica e oggi si parla del phablet ossia della versione XXL che si chiamerà HTC One Max.

    HTC One Max retro

    HTC One Max è grosso e pesante e non lo nasconde: l’estetica e il design sono però estremamente gradevoli visto che ricordano quelli del fratello maggiore HTC One. C’è l’accesso al vano batteria grazie al quale è possibile installare/disintallare la scheda microSD e inserire la microSIM; per accedervi c’è un pulsantino sul lato sinistro. Sul destro troviamo bilanciere zoom e volume più il pulsante accensione-spegnimento-standby. Lato frontale con l’immenso pannello LCD da 5.9 pollici con sopra e sotto i due altoparlanti BoomSound, videocamera frontale, sensori, led notifiche incastonato nella griglia altoparlante, pulsanti capacitivi per home e indietro. Lato superiore con jack da 3.5mm e sensore infrarossi, lato inferiore con ingresso microUSB e microfono principale. Il secondario, per la riduzione dei rumori di fondo, si trova sul retro appena sopra la fotocamera digitale con flash.

    In confezione d’acquisto: telefono, cavo USB-microUSB, caricabatterie, auricolari BeatsAudio in-ear con cappucci sostitutivi, manuali e garanzia.

    Le caratteristiche tecniche di HTC One Max sono già state rumoreggiate e partono dalla base di One per proseguire con un’evoluzione verso l’alto andando a offrire uno schermo Full HD da 5.9 pollici di diagonale, sistema operativo Android 4.3 Jelly Bean con interfaccia proprietaria Sense 5.5 ed HTC BlinkFeed, un processore quad core Snapdragon 600 da 1.7GHz con 2GB di Ram, una memoria da 16GB non espandibile via microSD e poi una batteria da 3000mAh e una fotocamera verosimilmente Ultrapixel da 4 megapixel così come quella del fratello minore. Completano il quadro il doppio altoparlante BoomSound, GPS, Wi-Fi, Bluetooth e NFC. Ecco un riepilogo della scheda:

    • Sistema operativo Android Jelly Bean 4.3 con interfaccia Sense 5.5
    • Processore quad core Snapdragon 600 da 1.7GHz con 2GB di Ram
    • Connettività quadribanda GSM/GPRS/EDGE, tribanda UMTS/HSPA+ (fino a 42Mbps) ed LTE (800/900/1800/2600 MHz)
    • Memoria da 16GB o 32GB espandibile via microSD
    • Schermo touchscreen da 5.9 pollici a risoluzione Full HD 1080p
    • Fotocamera Ultrapixel da 4 megapixel
    • GPS, Wi-Fi, Bluetooth e NFC
    • Batteria da 3300mAh

    Per quanto riguarda la fotocamera, si trova sempre un sensore da 4 megapixel con tecnologia Ultra pixel (sensore BSI da 1/3′, pixel da 2.0 µm) dotato anche di processore HTC ImageChip dedicato, le caratteristiche del compartimento fotografico comprendono anche un’apertura f/2.0 e lente da 28 millimetri, mentre sul fronte c’è una fotocamera da 2.1 megapixel wide angle da 88° ideale per autoscatti e videochiamate. Il prezzo di vendita di HTC One Max dovrebbe essere incluso tra 699-799 euro mentre l’uscita potrebbe essere imminente, forse già entro fine mese di ottobre 2013.

    HTC One Max porta in dote tutti i software che avevamo potuto apprezzare con HTC One (vedi video qui sopra) a partire da BlinkFeed che consente di poter avere sott’occhio tutto il riepilogo della propria rete sociale su Facebook, Twitter, Linkedin, ecc.. oltre che delle notizie di blog e siti giornalistici o specialistici preferiti. HTC Zoe consente di poter creare una sorta di foto-video-diario davvero molto suggestivo e interessante. La fotocamera-videocamera si avvale di funzioni speciali come ad esempio quella che consente di ottenere foto con tutte le persone sorridenti e in posa perfetta così come di rimuovere eventuali elementi di disturbo come passanti; molto particolare anche la possibilità di creare un video con velocità di riproduzione variabili. E il lettore di impronte digitali? A nostro avviso non ha molta utilità perché per lo sblocco sicuro del telefono – per carità – fa bene il suo lavoro, ma per il resto sembra installato più perché “doveva esserci” anziché perché “serviva davvero”.

    HTC One Max videocamera

    PRO:
    - Hardware eccellente: processore veloce e mai scattoso (nonostante sia stato criticato in quanto non di ultima generazione, ma nella pratica non dà alcun problema); schermo Full HD meraviglioso per multimedialità, gioco, navigazione e anche per il disegno a mano libera
    - HTC Sense e i suoi software proprietari sono sinonimo di grande qualità e completezza
    - Autonomia Batteria soddisfacente, arriva a fine giornata senza problemi
    - Infrarossi per trasformarsi in un telecomando universale
    - Ampliamento memoria via microSD
    - Qualità audio eccezionale sia in altoparlanti sia in cuffie

    CONTRO:
    - Peccato non ci sia un pennino capacitivo
    - Ottimo design, ma patisce un po’ di usura rapida sui bordi
    - Lettore impronte digitali non così necessario

    Rapporto qualità/prezzo in media con i rivali topclass, si può trovare anche a 650 euro online.

    1187

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AndroidHTCMobileRecensioniSmartphone
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI