LG KnockCode e EasyHome: come funzionano [VIDEO]

LG KnockCode e EasyHome: come funzionano [VIDEO]

LG KnockCode e EasyHome: come funzionano le due nuove funzionalità software del produttore coreano che consentono da un lato di sbloccare il telefono in modo naturale e sicuro e dall'altro di accedere alle funzioni primarie in modo semplificato

da in Android, Applicazioni, Guide HiTech, LG, Mobile
Ultimo aggiornamento:
    LG Knockcode e Easyhome: app davvero smart

    In questo approfondimento video post-MWC 2014 ci dedichiamo a due novità presentate da LG e chiamate KnockCode e EasyHome. Di cosa si tratta? Sono due applicazioni o meglio dire due funzionalità software che vengono implementate sui nuovi smartphone presentati alla fiera spagnola e prossimi all’uscita in Italia. Il primo si dedica allo sblocco del cellulare mediante combinazione della funzione TocToc alias KnockKnock e del pattern da disegnare sullo schermo. Il secondo è una particolare interfaccia che rende ancora più semplice e immediato l’accesso alle funzioni base del dispositivo. Qui sopra il video dimostrativo, dopo il salto tutti i dettagli.

    LG è stata riconosciuta come “Produttore più innovativo dell’anno” al Mobile World Congress 2014 con il Global Mobile Award sponsorizzato dal GSMA Award Committee. Oltre alle varie soluzioni hardware con gli smartphone come la nuova serie LG LIII con LG L40 di basso range, LG L70 di range medio e LG L90 di performance superiori, oltre anche a LG G2 Mini e a LG G Pro 2, il produttore sudcoreano ha messo sul piatto anche due soluzioni software molto particolari e interessanti come appunto l’interfaccia EasyHome che porta tutta la facilità d’uso dei vecchi menu dei featurephone sui modelli moderni e KnockCode che si dedica allo sblocco del dispositivo in modo innovativo e soprattutto semplice e immediato. Come funzionano?

    Iniziamo da EasyHome che come suggerisce il nome stesso offre una visualizzazione più semplice della homescreen ossia la schermata principale. Funziona in modo piuttosto intuitivo e immediato perché permette di poter utilizzare una sorta di “grafica old-style” del telefono. C’è il grosso tastierino alfanumerico che domina la scena e pulsanti rapidi di accesso a funzioni primarie come la fotocamera o la galleria fotografica. In ogni momento si può accedere alle funzoni complete e all’interfaccia classica degli smartphone moderni. Questa soluzione è stata pensata soprattutto per un pubblico più maturo (come gli anziani) che potranno entrare meglio nell’ottica dei cellulari di ultima generazione.

    KnockCode è l’evoluzione di KnockKnock. Stiamo ovviamente riferendoci a quella funzione che consentiva di accendere/spegnere il display semplicemente premendo due volte in rapida sequenza con un tap un punto del display. Un gesto naturale e immediato che è subito piaciuto molto all’utenza. Combinando questo con il sistema di sblocco tramite disegno di pattern come ad esempio una “strisciata” del dito su una griglia di punti, si è ottenuto KnockCode. Si possono impostare da due a otto punti dove meglio si desidera sul display e – toccandoli in rapida sequenza – si accede al telefono.

    459

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AndroidApplicazioniGuide HiTechLGMobile
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI