Natale 2016

Cos’è Paypal e come funziona per chi vende e per chi acquista

Cos’è Paypal e come funziona per chi vende e per chi acquista
da in Guide HiTech, PayPal
Ultimo aggiornamento: Mercoledì 01/06/2016 09:11

    Paypal: cos'è e come funziona

    Come funziona e che cos’è PayPal? Stiamo ovviamente parlando del servizio che consente di effettuare pagamenti dal web in modo sicuro e protetto per portare a termine acquisti attraverso la carta di credito oppure il conto corrente senza però passare i dati sensibili a chi riceve i soldi. In più consente anche il trasferimento di denaro sempre verso le medesime destinazioni già citate, sempre con lo stesso livello di privacy. Si può utilizzare sia essendo iscritti sia solo sfruttando la piattaforma online. Fondata nel 1998 da Peter Thiel e Max Levchin, è di proprietà di eBay e può contare su oltre 250 milioni di conti attivi. Andiamo a scoprire come iscriversi e come utilizzare le funzioni base e più interessanti. E come proteggersi dalle truffe.

    Iscriversi a PayPal

    Iscriversi a PayPal è davvero molto semplice e veloce. L’unica richiesta, per gli utenti privati, è un indirizzo email oltre ovviamente a tutte le informazioni personali sull’anagrafica e contatti. Dal sito principale ci si collega, si completa il form di registrazione e si è subito attivi e pronti all’azione sia per comprare sia per vendere. È possibile anche registrarsi in modalità Business, in questo caso sarà necessario possedere una partita IVA e si potranno sfruttare speciali tariffe.

    Paga su PayPal

    Una volta completata la registrazione, è possibile utilizzare il proprio conto per pagare in modo sicuro e protetto. Non ci sono costi aggiuntivi per il compratore. Se qualcosa non va per il verso giusto, è possibile richiedere un rimborso per l’intero valore dell’acquisto con tanto di costi di spedizione. In che caso? Se ad esempio non si riceve l’oggetto o se lo si riceve ed è diverso dalla descrizione nell’inserzione. PayPal blocca infatti la ricezione dei soldi al venditore. Come pagare? Attraverso una delle carte di credito registrate, dal conto corrente oppure utilizzando il saldo PayPal.

    Vendi su PayPal

    Inserendo PayPal come sistema di pagamento, potrai ricevere i soldi direttamente sul tuo conto. Ad esempio su eBay basta inserire il nome utente (l’email) e tutto sarà già predisposto. Ovviamente è prevista una commissione che è del 3,4% + €0,35 EUR per transazione o meno, a seconda del tuo volume di vendita seguendo i costi che si possono leggere in questa tabella. Ci sono anche qui sistemi anti-frode che tutelano i venditori e che permettono di “correggere” eventuali pagamenti non autorizzati. È anche possibile effettuare trasferimenti di denaro. Da un conto PayPal all’altro è gratis, altrimenti, ecco la tabella completa.

    Truffa Paypal

    Può capitare di cadere in una truffa su Paypal, solitamente questi problemi implicano il “furto” della propria combinazione di nome utente e password con relativo prosciugamento del conto i cui fondi vengono trasferiti su conti correnti ovviamente esterni. La prassi è questa: si viene informati del cambio di password, del cambio della domanda di sicurezza, poi vengono tolti i riferimenti a conti correnti e carte di credito personali e vengono aggiunti conti correnti dove poi vengono trasferiti i fondi sul conto, spesso un po’ alla volta. Può succedere e non sempre dipende da phishing o da scam nei quali si cade (ad esempio accedendo dalla propria mail a un finto Paypal che deruba delle informazioni ufficiali). Come muoversi se si è vittime di truffe per chiedere il rimborso? La prima mossa è quella di non perdere la calma: Paypal ha una divisione appositamente creata per venire incontro a segnalazioni di problemi. Dal sito ufficiale si deve cliccare su Contatti in basso alla pagina, poi ci sono due vie, la prima è quella di navigare nelle risposte pre-confezionate, oppure si può scrivere una mail.

    Assistenza PayPal

    Ma in ogni caso è sempre bene telefonare per un contatto diretto con l’assistenza. Cliccando su questo link si arriverà immediatamente nella pagina di assistenza telefonica. Sarà visualizzato un numero che sarà un codice identificativo per sbrigare meglio e più velocemente la pratica. La voce guidata proporrà un po’ di soluzioni già pronte, basta perseverare un po’ addentrandosi nei veri “menu” per poter finalmente parlare con un operatore. Questa è l’unica soluzione nel caso in cui non si riesca più a entrare nell’utenza personale e dunque si sia impossibilitati a percorrere altre vie. Si dovrà dimostrare la propria identità dunque si dovranno riportare: email utilizzata per il conto, nome e cognome, numero di telefono e indirizzo personale. Facilmente si verrà passati a chi di dovere a seconda del problema in cui si è incappati. Una volta confermata l’identità e individuato il problema si passa all’ultima fase. La password verrà nuovamente cambiata, ma la si riceverà per posta tradizionale. Una volta ricevuta la lettera con la chiave alfanumerica, si dovrà tornare su Paypal e accedere. Già, ma se le domande di sicurezza necessarie a ripristinare l’utenza sono state cambiate dal truffatore? Sarà necessario chiamare ancora una volta l’assistenza e richiedere lo sblocco. Successivamente, tutto si ristabilirà. E’ una via certo un po’ lunga e macchinosa, ma è l’unico modo per rimettere mano ai propri dati e soprattutto ai propri soldi.

    1078

    Natale 2016

    ARTICOLI CORRELATI