Google Doodle per la Giornata Mondiale della Terra con colibrì, medusa, macaco, scarabeo e pesce palla

Google Doodle per la Giornata Mondiale della Terra con colibrì, medusa, macaco, scarabeo e pesce palla
  • Commenti (1)
  • Condividi
  • Email
  • Stampa

Giornata Terra Colibri rosso

Speciale Google Doodle multiplo per oggi 22 aprile 2014 ossia la Earth Day, la Giornata Mondiale della Terra che cerca di sensibilizzare l’attenzione globale sullo stato di salute del nostro piccolo e prezioso pianeta, che stiamo mettendo in serio pericolo con una condotta criticabile. Mountain View ha deciso di pubblicare diverse versioni del logo personalizzato con una serie di animali rappresentativi: c’è il simpatico colibrì rosso, la suggestiva medusa quadrifoglio, il buffo macaco giapponese, il ben noto pesce palla e uno scarabeo stercoraro intento a far rotolare il suo prezioso tesoro. Dopo il salto trovate tutte le altre recenti versioni del logo personalizzato di Google.

Ayrton Senna e il Google Doodle celebrativo

Google Doodle Ayrton Senna

Google Doodle sportivo oggi per celebrare il 54esimo compleanno del pilota brasiliano di Formula 1 Ayrton Senna che era nato proprio il 21 marzo del 1960 a San Paolo, scomparso poi a Bologna il primo maggio 1994 in seguito alle tremende ferite riportate durante il Gran Premio di F1 di San Marino. È stato uno dei più amati di tutti i tempi nonché uno dei più vincenti, trionfando per tre anni nel campionato del mondo nel 1988, 1990 e 1991 e pur avendo avuto una carriera non così lunga a causa dell’incidente fatale ha il quarto miglior rapporto di pole position ottenute rispetto ai GP a cui ha partecipato ed è terzo per numero di vittorie che sono 41 dietro a Michael Schumacher a 91 e Alain Prost a 51. Una scelta suggestiva quella di Google che ha voluto rendere omaggio a un immortale dell’automobilismo non solo in Brasile, ma in tutto il mondo. Dopo il salto, tutti gli altri Doodle.

Equinozio di Primavera Google Doodle

Simpatico e animato Google Doodle per l’Equinozio di Primavera che cade oggi 20 marzo 2014 alle ore 17.57 per quanto riguarda l’Italia. Contrariamente a quanto si può immaginare, non è sempre vero che la stagione della rinascita inizia il 21, visto che si riferisce al momento in cui il Sole tocca – apparentemente, dal punto di vista terrestre – con il suo moto il punto vernale che corrisponde all’intersezione tra l’ellittica e l’equatore celeste. Un punto ben preciso, dunque, che cambia ogni anno in data e ora e che ha come “controaltare” quello d’Autunno che cade a Settembre. Cosa significa equinozio? Letteralmente notte uguale al giorno dal latino equi-nox ossia “notte uguale”, anche se è riferito al momento preciso in cui il Sole appare e scompare, anche se la luce compare ben prima e se ne va ben dopo l’entrata/uscita di scena della nostra stella. Oggi, se ci si trova all’equatore, si vedrà il Sole sorgere perfettamente a Est, tramontare perfettamente a Ovest e trovarsi perfettamente allo zenit a mezzogiorno. Dopo il salto, tutti gli altri Doodle di Google.

Google Doodle Festa Donna

La Giornata Internazionale della Donna si festeggia un giorno prima (il 7 marzo invece che l’8 marzo) su Google con il Doodle: il logo personalizzato del colosso americano è infatti stato appositamente confezionato con un video che commemora la metà femminile del mondo in modo molto colorato e interessante. Non così ben navigabile e forse anche un pochino poco visibile, ma ancora una volta una lodevole iniziativa di Mountain View, che dopo il logo anti Sochi 2014 e a favore della parità dei diritti degli omosessuali si dedica anche alla parità dei sessi. Dopo il salto potete visualizzare tutti gli altri Doodle usciti recentemente allo scoperto.

Google Doodle per Giambattista Tiepolo

Giambattista Tiepolo Google Doodle

Google Doodle davvero suggestivo quello di oggi 5 marzo 2014 per Giambattista Tiepolo a 318 anni dalla nascita. Giambattista o Giovanni Battista o Zuan Batista – chiamatelo come volete – era infatti nato a Venezia il 5 marzo 1696 scomparendo poi a Madrid in Spagna il 27 marzo 1770, poi giorni dopo aver compiuto 74 anni. Il pittore e incisore italiano della Repubblica di Venezia ha scritto – pardon, dipinto – la storia del Settecento veneziano. Dai primi passi nella bottega di Gregorio Lazzarini fino alle straordinarie opere dalla Caduta degli angeli ribelli al Palazzo Patriarcale di Udine, il martirio di sant’Agata nella Basilica del Santo a Padova e alla fine della propria carriera in Spagna ad affrescare le nuove stanze del Palazzo Reale. Dopo il salto, altri Doodle.

Google Doodle per la Carta Olimpica e i diritti dei gay

Google Doodle Olimpiadi Invernali Sochi 2014

Significativo e potente Google Doodle odierno che celebra lo sport e i diritti di uguaglianza più che le Olimpiadi Invernali di Sochi 2014. Date un’occhiata a cosa esce cliccandoci sopra, Carta Olimpica, e date anche un’occhiata ai colori dell’arcobaleno che sono ben differenti da quelli dell’iride. Non rappresentano infatti le sfumature dei cerchi olimpici (che a loro volta si riferiscono ai continenti) quanto alla bandiera arcobaleno utilizzata dalla comunità LGBT. Insomma, un chiaro messaggio a favore della causa dei diritti gay e una posizione netta contro la politica e la propaganda anti-omosessualità di Putin e dei suoi scagnozzi. Sotto al Doodle, viene riportata la frase presa dalla Carta stessa: “La pratica dello sport è un diritto umano. Ogni individuo deve avere la possibilità di praticare sport, senza discriminazioni di alcun genere e nello spirito olimpico, che esige mutua comprensione con spirito di amicizia, solidarietà e fair play“. Insomma, non si è mai citato Sochi 2014 (ecco come seguire le Olimpiadi in streaming) quasi ad affermare che lo sport è l’unica cosa che conta e non tutta la propaganda che c’è dietro. Una posizione ferma e inequivocabile contro la Russia. La scelta della Carta Olimpica non è casuale: pensata e redatta nel 1894 dal celeberrimo Pierre de Coubertin, si basa sul principio che le attività sportive formino i giovani e favoriscano una convivenza e un rapporto pacifico e rispettoso, soprattutto paritario, senza discriminazioni. L’essenza dello sport e delle Olimpiadi. Ecco tutti gli atleti più importanti da seguire su Twitter.

Doodle per Dian Fossey e i gorilla

Google Doodle Dian Fossey

Google Doodle molto interessante oggi 16 gennaio 2014, perché si dedica alla zoologa americana Dian Fossey che ha speso la propria vita in Ruanda a studiare e proteggere i gorilla, in un modo simile a quello che la mitica Jane Goodall ha operato e sta operando con gli scimpanzé. Oggi ricorre l’anniversario della nascita avvenuta a San Francisco il 16 gennaio, appunto, del 1932. Scomparsa proprio in Ruanda il 26 dicembre 1985 in modo drammatico – brutalmente assassinata con la stessa arma con cui i bracconieri uccidono i primati – oggi il suo nome è legato al parco Volcanoes National Park oltre che al campo nella foresta dove si accampò per osservare i gorilla. Tale campo è stato quasi del tutto distrutto durante il genocidio ruandese del 1994, mentre ora è in via di ricostruzione. Un plauso ancora una volta a Google per aver sensibilizzato la platea mondiale su un personaggio che non si deve dimenticare.

Google Doodle 2013 2014

Google festeggia il giorno di San Silvestro 2013 con un divertente e simpatico Doodle. Stiamo ovviamente parlando dell’ultimo giorno dell’anno che si dedica alla vigilia per celebrare l’anno che verrà – il 2014 – e per rendere omaggio a quello che lascia il posto. Cogliamo l’occasione per augurare a tutti i lettori di Tecnocino un duemilaquattordici pieno di gioie e soddisfazioni e ce lo auguriamo anche noi, allo stesso tempo. Ecco qui sopra il logo personalizzato con le cifre del 2013 che già ballano (visto che in alcune parti del mondo è già quasi capodanno) e il 4 aspetta il proprio turno per prendere parte alla danza.

Google Doodle per Gae Aulenti con la lampada Pipistrello

Google Doodle Gae Aulenti

Il Google Doodle di oggi 4 dicembre 2013 è dedicato a Gae Aulenti, con la rappresentazione di una delle sue opere universalmente più conosciute ossia la Lampada Pipistrello. Mountain View ha disegnato la nuova versione del logo personalizzato all’architetto e designer italiana nata proprio il 4 gennaio del 1927 e scomparsa un anno fa, il 31 ottobre 2012. Vero nome Gaetana, ha visto la luce a Palazzolo dello Stella e ha dedicato la propria vita e carriera all’allestimento e al restauro architettonico. La lampada da lavoro Pipistrello è stata realizzata nel 1965 come site specific per lo showroom di Olivetti a Parigi. A proposito di Google Doodle, rinfreschiamo la memoria su cosa appariva circa un anno fa come logo personalizzato, dopo il salto.

Google Doodle sulla fine del mondo, un anno fa

Google Doodle Fine Calendario Maya

21-12-2012 – Google Doodle inevitabile di Mountain View per una delle giornate più attese degli ultimi anni ossia la Fine del Calendario Maya, che per buona parte del web appassionato di misteri corrisponde anche con la Fine del Mondo. Sarà davvero così? Lo sapremo tra poco. Anzi, ammesso che avverrà non lo sapremo mai visto che non ce ne renderemo conto. Rimane il fatto che oggi 21/12/2012 è anche il solstizio d’inverno e si organizzano eventi – tra l’altro anche online – per attendere l’uno o l’altro appuntamento, o anche entrambi visto che leggende e superstizioni tirano ancora come migliaia di anni fa. Qui sopra l’immagine del logo personalizzato di Google, che ci ha un po’ deluso a dirla tutta visto che non è animato (né articolato come quello di ieri per i fratelli Grimm) e non nasconde niente di che… la domanda di fondo, ispirandoci a Ligabue, è: a che ora è alla fine del mondo?

La leggenda nasce dalla fine del ciclo del lungo computo del calendario Maya, che è terminato il 20 dicembre 2012 ossia ieri. E fin qui ci siamo, ok. Proviamo a crederci per qualche secondo: rimane da comprendere quando diavolo il mondo terminerà dato che se una parte del nostro pianeta esplode, viene colpita da un asteroide, viene sommersa o quant’altro, ce ne renderemo conto visto che ne subiremmo le conseguenze anche qui. Insomma, molti si chiedono: a che ora precisa avverrà la tragedia? Teoricamente alla mezzanotte del 20 dicembre 2012 riferito al fuso orario dell’ex territorio dei Maya dunque nella zona centroamericana. Se così fosse, be’, allora in questo momento non starei scrivendo e voi non stareste leggendo dato che sarebbe avvenuto alle 6 di mattino, 4 ore fa. Tuttavia c’è chi rilancia: no, la fine del mondo sarà al solstizio d’inverno che – guarda un po’ il caso – avviene infatti proprio oggi.

Dunque, Il solstizio d’inverno avverrà per la precisione alle ore 11, 11 minuti e 37 secondi ossia alle ore 12, 11′ e 37″. Un orario che sarà appunto identico in tutto il mondo e che dovrà ancora avvenire, quindi una buona notizia per chi spera che la Terra si trasformi in una trottola impazzita, o in un waterworld oppure che semplicemente esploda come un fuoco d’artificio. Domani 22 dicembre, proprio per prendere simpaticamente in giro gli amanti dei misteri e delle leggende metropolitane, si terrà la Giornata Mondiale contro le Pseudoscienze il cui geniale sottotitolo è “colpisci con un libro di testo o di scuola un hippy delle pseudoscienze“. Quanto passerà prima di una nuova attesa per una nuova apocalisse?

2128

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

Mar 22/04/2014 da

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
Viketta 21 dicembre 2012 18:12

che cavolata la fine del mondo,ora sono le 18.11 e oggi alle 11.11 stavo a scuola a fare la verifica e….nemmeno un segno della fine.CHI CI CREDE E’ BABBEO

Rispondi Segnala abuso
Seguici