Natale 2016

Disdetta Vodafone: come fare e quando restituire la Vodafone Station

Disdetta Vodafone: come fare e quando restituire la Vodafone Station
da in Guide HiTech, Vodafone
Ultimo aggiornamento: Martedì 31/05/2016 10:25

    Vodafone

    Cambiare operatore è un’operazione spesso fastidiosa: burocrazia, la possibilità di rimanere qualche giorno senza linea telefonica o ADSL sono i due principali motivi per cui la gente non vede di buon occhio quest’operazione, per quanto talvolta possa essere utile per approfittare di qualche buona offerta di un concorrente. Sopratutto durante le prime fasi della gestione della linea casalinga, Vodafone non è stata vista bene: spesso arrivavano bollette doppie e l’amministrazione non sempre riusciva ad aiutare il cliente. Negli ultimi tempi, la situazione è sensibilmente migliorata, ma il recesso dal contratto rimane un’operazione avvolta da un alone di confusione. Ecco come disdire dal contratto Vodafone e quando restituire la Vodafone Station.

    Vodafone

    Per cessare il rapporto con Vodafone sarà necessario inviare una lettera raccomandata A/R a “Vodafone Omnitel B.V. – Casella Postale 190, 10015 – Ivrea (TO)”. La suddetta lettera dovrà contenere il modulo di recesso adeguatamente compilato. Sarà importante allegare una fotocopia fronte e retro del documento d’identità di chi ha sottoscritto l’abbonamento e specificare quale tipo di servizio s’intende interrompere. Una volta inoltrata la domanda sarà necessario attendere i 30 giorni previsti dalla legge prima che la richiesta di disdetta venga presa in carico. Fino a quel momento sarà necessario pagare regolarmente le mensilità dovute. Se per esempio la raccomandata è datata 17/07/2014 la richiesta verrà considerata dal 17/08/2014 e l’abbonato dovrà pagare le mensilità di luglio e agosto. Trascorsi i 30 giorni se la richiesta è stata inoltrata correttamente nessun altro pagamento sarà dovuto. Inoltre, se la disdetta avviene prima che siano scaduti i 24 mesi dalla stipulazione del contratto, è possibile che venga chiesto di pagare una penale, in generale che copre i costi per la cessazione del servizio da parte dell’operatore. Tuttavia devono comunque essere motivati e giustificati. I costi di disattivazioni non sono tutti uguali, possono variare anche di molto da una compagnia e l’altra da poche decine di euro a più 100 euro.

    Vodafone Station

    La restituzione della Vodafone Station va eseguita in base ai tempi e ai modi della disdetta del contratto ADSL. Se non la si esegue, è possibile ricevere un addebito da parte di Vodafone pari a 140 euro (il prezzo del dispositivo) ma ci sono anche alcuni casi in cui la consegna del device non è necessaria. Se sono trascorsi meno di 10 giorni lavorativi, puoi esercitare il diritto di ripensamento e consegnare il dispositivo ad uno dei centri raccolta o TNT Point vicino casa tua. Se sono trascorsi più di dieci giorni, si dovrà compilare il modulo di recesso e spedirlo alla sede Vodafone come spiegato nel paragrafo soprastante. Se non sono passati 24 mesi da quando il contratto è stato stipulato, si hanno 30 giorni di tempo dalla data in cui è stato interrotto il servizio per impacchettare la Vodafone Station (completa di cavi, scatola originale, CD, Internet Key, etc.) avvolta in carta da pacco e sigillata con nastro adesivo. Se non hai più la scatola originale, la Vodafone Station e tutti gli accessori devono essere inseriti in una scatola d’imballo avvolta in carta da pacco e sigillata con nastro adesivo. Consegnandola, si dovrà compilare un documento di spedizione: uno qualora la si spedisse da isole e Calabria e un altro se invece la Vodafone Station è stata spedita da qualsiasi altra parte dell’Italia. Il pacco va consegnato in uno dei centri di raccolta TNT presenti sul territorio italiano. Infine, se sono passati più di 24 mesi da quando il contratto è stato stipulato, non dovete fare nulla: la Vodafone Station non è più in comodato d’uso e in quanto tale è vostra e non siete obbligati a restituirla a Vodafone.

    673

    Natale 2016

    ARTICOLI CORRELATI