Oregon Scientific Weather@Home: test della stazione meteo per la casa

Oregon Scientific Weather@Home modello BAR218HG: ecco il nostro test della stazione meteo per la casa che può lavorare con fino a cinque sensori termoigrometrici

da , il

    Vista l’estate-non-estate che abbiamo vissuto, è stato davvero interessante provare la stazione meteo Weather@Home modello BAR218HG di Oregon Scientific. Con un design moderno e dalle linee morbide, questo gadget compatto e discreto si può posizionare dove meglio si crede in casa per lavorare in coppia con il sensore remoto e soprattutto con lo smartphone grazie all’apposita applicazione mobile. Con un’interfaccia molto semplice e una configurazione altrettanto immediata, questo strumento può davvero risultare molto utile in qualsiasi condizione e in tutte le stagioni dato che per l’inverno mette a disposizione la funzione allarme ghiaccio. Qui sopra un po’ di foto, dopo il salto scopriamo come funziona e i pro/contro.

    Come funziona la stazione meteo

    Per sfruttare al meglio la stazione meteo si deve necessariamente scaricare l’applicazione gratuita weather@home per collegare il proprio smartphone iPhone o Android a fino 3 dispositivi attraverso il Bluetooth, ovviamente nel range di “portata” di questa tecnologia, che nel caso specifico di BAR218HG si attesta sui 30/50 metri dall’unità principale (ma se ci sono muri o ostacoli può diminuire) grazie alla tecnologia 4.0. Sarà così possibile consultare tutte le info direttamente sul display. In combinazione all’unità principale si possono utilizzare i sensori remoti che captano le info su temperatura e umidità (termoigrometrici) di 5 ambienti della casa per avere una panoramica completa dello status dell’abitazione.

    Le informazioni sul display dell’unità principale

    Sul display si possono osservare tutte le informazioni con una rapida occhiata. Dall’alto al basso: c’è la sezione dedicata alla temperatura outdoor con l’umidità e i trend fino a cinque canali; la seconda mette a disposizione la previsione meteo nelle dodici ore (icone: sereno, parzialmente nuvoloso, nuvoloso, pioggia e neve) con l’andamento della pressione atmosferica oltre che le fasi lunari; la terza sezione informa sulla temperatura indoor e relativi valori di umidità e trend. Inoltre sono mostrati gli alert per le condizioni più “difficili” giunte improvvisamente come intenso calore, tormenta, vento, ghiaccio e nebbia. Infine, c’è lo speciale indicatore sul rischio gelate che lampeggia quando la temperatura esterna si avvicina a 0°C, ma ovviamente vista la stagione non l’abbiamo potuto testare se non mettendo il sensore nel frigorifero… e funziona.

    L’applicazione ufficiale e il suo funzionamento

    Utilizzare l’applicazione è davvero molto semplice. Si deve ovviamente scaricare dal rispettivo store di applicazioni come iTunes App Store o Google Play rispettivamente per iPhone, iPad e iPod Touch oppure per smartphone e tablet con Os Android. Poi si deve cliccare sull’icona dell’app e premere il tasto della freccia in su sul device e il pulsante Connect nell’app. Successivamente si può cliccare su Channel e personalizzare ogni sensore termoigrometrico associato ad esempio nominandolo a seconda della stanza della casa in cui è posizionato. Cliccando poi sul tab con la freccia a sinistra si può impostare la sincronizzazione automatica. Successivamente, cliccando sulla freccia ricurva si può avviare l’aggiornamento delle info, così facendo ogni volta che in casa si aprirà l’app si avranno tutti i dati aggiornati in tempo reale e cliccando sui dati si apre una sorta di grafico che mostra l’andamento nelle varie ore e nei vari giorni.

    Pro e contro

    In definitiva, la stazione meteo di Oregon Scientific mantiene le proprie promesse e premesse, con un dispositivo estremamente semplice da utilizzare, con un’interfaccia pulita e gradevole (forse le freccette dei trend sono un po’ meno intuitive) e con un’app gratuita davvero utile. L’unità centrale è compatta (50 x 20 x 96 mm) e si alimenta purtroppo non a corrente ma con tre batterie UM-3 (AA) da 1,5V, che però promettono una lunghissima autonomia. La possibilità di consultare lo storico dei dati raccolti anche a grafico è ideale per i più patiti e gli alert possono essere estremamente preziosi. In più può diventare una vera e propria centrale di controllo esterno/interno della casa e giardino/balcone grazie ad accessori come THGN132N per fino a tre ambienti diversi che diventano cinque con BTHGN129. Si può acquistare per 59.99 euro dal sito ufficiale, un costo che reputiamo con un ottimo rapporto qualità/costo.