NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

4K Ready, in Italia solo il 2,5% delle connessioni è pronto

4K Ready, in Italia solo il 2,5% delle connessioni è pronto

La situazione italiana delle connessioni a banda larga è tragica, ancora di più se si valuta la presenza di connessioni 4K Ready

da in Internet, Ultra HD
Ultimo aggiornamento:

    Connessioni a banda larga 4K ready

    Le connessioni a banda larga 4K Ready quante sono nel mondo? Secondo il rapporto Akamai, non più del 12% supporta uno streaming video ad altissima risoluzione e perlopiù concentrate nella zona orientale della mappa geografica. Nel podio, infatti, troviamo Corea del Sud, Hong Kong e Giappone, a pari merito con la Svizzera, segnale che in Oriente danno maggiore peso oppure hanno un’infrastruttura di rete meglio organizzata rispetto all’Europa. Tra le europee anche Lettonia, Olanda e Romania.

    Le connessioni 4K Ready saranno il prossimo standard. Cosa sono nel dettaglio? Stiamo parlando di connessioni a banda larga capaci di sostenere fluidamente lo streaming video a risoluzione 4K. Stiamo parlando, comunque, di una risoluzione molto alta e che ben lungi dall’essere ricca di contenuti, allo stato attuale dell’industria. Anche al cinema, sono poche le pellicole girate e/o masterizzate a risoluzione 4K. Ciononostante, l’indagine di Akamai è interessante per comprendere e valutare, una volta ancora, lo stato delle connessioni a banda larga nel mondo e, soprattutto, in Italia, spesso fanalino di coda nelle valutazioni europee e mondiali. Il nuovo rapporto, ahinoi, non registra una situazione migliore e, anzi, evidenzia ancora una volta uno stato molto arretrato delle nostra infrastruttura di rete.

    4K Ready

    Secondo il rapporto di Akamai, che ha preso in esame il secondo trimestre 2014, nel mondo il 12% delle connessioni a banda larga possono essere definite 4K Ready. Il dato è in miglioramento rispetto all’anno passato, da cui è salito del 98%, e il trimestre precedente (+17%). Il primo paese al mondo è la Corea del Sud, dove il 62% delle connessioni installate supportato con successo lo streaming ad altissima risoluzione, un miglioramento del 123% rispetto al 2013 e del 2,9% rispetto ai primi tre mesi dell’anno. Dietro, una distante seconda Hong Kong, dove la percentuale di connessioni sopra i 15 Mbps scende al 39%.

    Grafica 4K videogiochi

    L’Italia? Nel Bel Paese solamente il 2,5% delle connessioni può essere catalogato come 4K Ready, uno dei dati più bassi nel mondo. Continuando a snocciolare dati utili a comprendere la situazione nostrana, il 6,6% ha una velocità superiore ai 10 Mbps ma la velocità media nel nostro territorio è di 5,8 Mbps. La Corea del Sud non è mai sembrata tanto distante. Rimanendo nel contesto europeo, la migliore è la Svizzera, la cui percentuale di connessioni a banda larga 4K Ready è il 33%, alla pari con il Giappone al terzo posto, un miglioramento del 108% rispetto al secondo trimestre 2013. Nella top ten, in ordine dopo i primi quattro posti di cui abbiamo parlato, anche Olanda, Lettonia, Svezia, Repubblica Ceca, Romania e Norvegia.

    491

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN InternetUltra HD
    PIÙ POPOLARI