Anti-Selfie: il movimento contro gli autoscatti

La fine di un trend? Così sembra

da , il

    selfie oscar

    Il selfie avrebbe i giorni contati, o quasi. I tempi sono duri per quello che possiamo definire come un autoscatto proprio a social media come Facebook e Instagram e che ha sedotto numerose personalità del mondo del cinema e non solo. In effetti negli USA è nato il movimento Anti-Selfie: ad appoggiare questa azione c’è la star del cinema Kirsten Dunst che ha giocato un ruolo di prima importanza in un cortometraggio in cui il tema principale è quello dell’ossessione da selfie nella vita di tutti i giorni.

    Il movimento americano Anti-Selfie dichiara: “E’ tempo di essere Unselfie. Basta sovraesporsi.” Questo messaggio, al fine di essere ancora più “shock” è stato condiviso su un sito aperto da poco, nonché su svariati social network. E’ nato, tra l’altro, l’hashtag #setiselfieticancello da noi in Italia. Nelle Filippine invece si va ben oltre le parole, si passa ai fatti: il governo vuole infatti proibire questa pratica ossessiva. Una vera mania che ha coinvolto non solo i più giovani amanti di social network, ma gente di tutte le età. Non possiamo negarlo, il selfie è dovunque: dischi e programmi televisivi si ispirano al selfie, ci sono alcuni corsi universitari sul selfie e, addirittura, esistono persino phon che vi consentono di scattarvi un selfie mentre vi state asciugando i capelli. Un’ossessione che deve finire secondo l’Anti-Selfie Movement americano.

    Come fare un selfie perfetto [FOTO]

    Secondo una ricerca condotta da Samsung, in Italia vengono scattati più di 28 milioni di selfie ogni giorno. Il Pew Research Center in America sostiene invece che più della metà dei ragazzi con età compresa tra i 15 e i 35 anni ha già condiviso un selfie. Secondo il sito selfiecity.net, il 4% delle foto condivise su Instagram sono selfie. Tuttavia non tutti sembrano voler abolire questo trend: star hollywoodiane, come James Franco, vedono nel selfie una forma d’arte, un autografo dell’era 2.0. Ciò nonostante, un certo Leonardo di Caprio ha rifiutato di farsi un selfie con una sua fan: a quanto pare il protagonista di Titanic non sembra gradire nemmeno lui questa moda.

    Asta per selfie telescopica: ideale per autoscatti

    Come detto in precedenza, Kirsten Dunst ha fatto parte del cortometraggio “Aspirational”, diretto da Mattew Frost, per sensibilizzare il mondo sulla fuga di immagini private delle star che sta avvenendo in questo periodo. Il filmato mostra l’attrice che viene interpellata da due fans in vena di fare selfie con lei, senza nemmeno degnarsi di prenderla in considerazione. E arrivato il momento in cui la star chiede ai suoi fans se vogliono farle qualche domanda, la risposta è la seguente: “Puoi taggarci su Facebook?”. Sarà questa la morte del selfie? Non ne siamo sicuri, ma il video farà riflettere senza dubbio non poca gente.