Vodafone Smart 4G Turbo: recensione e pro&contro [TEST]

La nostra recensione di Vodafone Smart 4G Turbo con tutti i pro&contro del dispositivo dotato di connettività LTE e con un prezzo in promozione davvero intrigante di 99 euro per Natale

da , il

    Vodafone Smart 4G Turbo è il protagonista della nostra recensione di oggi, che prende in considerazione uno dei modelli con connettività 4G LTE più economici attualmente in commercio. Commercializzato proprio per le feste di Natale, questo buon cellulare economico è dotato di sistema operativo Android e incorpora tutto ciò che serve per un’esperienza completa, senza ovviamente andare ad offrire componenti di alto livello né funzionalità troppo elaborate. Dopo la continuazione, tutte le info su estetica e confezione d’acquisto, scheda tecnica con le caratteristiche, software e pro e contro. Il prezzo? 99 euro.

    ESTETICA E CONFEZIONE D’ACQUISTO

    L’estetica di Vodafone Smart 4G Turbo è molto semplice e lineare con il fronte dominato dallo schermo da 4.5 pollici con cornice non sottilissima, sopra c’è l’altoparlante ricevitore con il sensore frontale, sotto i pulsanti indietro, home e menu. Sui bordi troviamo i pulsanti per volume on/off/standby, bilancere volume/zoom oltre che l’ingresso microUSB e il jack da 3.5 mm. Sul retro la fotocamera e i loghi Vodafone e LTE più l’altoparlante. Una piccola fessura consente di estrarre la back cover (un po’ ostica da aprire) per accedere alla batteria e inserire la SIM in formato micro. In confezione d’acquisto: telefono, batteria, manuali cartacei, cavo USB-microUSB, adattatore corrente, cuffie standard.

    SCHEDA TECNICA E CARATTERISTICHE

    La scheda è completa, seppur di basso range. C’è il sistema operativo Android 4.4 Kitkat, un display da 4,5 pollici di diagonale a risoluzione di 480 x 854 pixel, processore Qualcomm quad-core MSM8916 a 1.2 GHz accompagnato da 1 GB di RAM, memoria da 4 GB espandibile via microSD di ulteriori 32 GB, GPS, Wi-Fi, LTE cat 4, fotocamere da 5 megapixel dotata di zoom digitale 4x e videorecording sul retro e a bassa risoluzione sul fronte, batteria da 1880mAh con un’autonomia di 6.5 ore in conversazione oppure 660 ore in standby e il chip NFC. Il riepilogo.

    • Sistema operativo Android 4.4 Kitkat
    • Display da 4,5 pollici di diagonale a risoluzione di 480 x 854 pixel
    • Fotocamera 5 megapixel con zoom digitale 4x e videorecording; secondaria per selfie
    • Processore Qualcomm quad-core MSM8916 a 1.2 GHz accompagnato da 1 GB di RAM
    • Memoria da 4 GB espandibile via microSD di ulteriori 32 GB
    • Bluetooth, Wi-Fi, GPS e il chip NFC
    • Batteria è da 1880mAh

    FUNZIONALITA’

    Il sistema operativo Android è praticamente nella sua versione stock con una leggerissima personalizzazione di Vodafone che ha incluso alcune applicazioni proprietarie come Vodafone Calcio oppure MyVodafone per contatori e tariffe personali. Tutte sono facilmente disinstallabili e il telefono si può ovviamente utilizzare con altri operatori senza alcun problema, ad esempio noi l’abbiamo testato con TIM. Troviamo alcune apps pre-caricate per la gestione dell’NFC, per il meteo (Smart Weather), c’è la Torcia, il registratore vocale e X-Office per poter gestire tutti i documenti di produttività. Si può utilizzare Google Now e i menu di fotocamera-videocamera sono quelli standard di Google. Tirando giù la tendina superiore si accede all’area notifiche e alle opzioni rapide di attivazione-disattivazione dei vari moduli e tecnologie. C’è il browser stock così come Chrome che rende meglio.

    PRO E CONTRO

    PRO: con il suo prezzo in promozione di 99 euro per Natale è davvero impossibile trovare uno smartphone 4G così economico. La scheda tecnica non è male affatto per il costo, l’esperienza è abbastanza fluida, ovviamente fatica un po’ con giochi complessi, ma per un uso quotidiano non da smanettone non dà problemi. L’NFC è una bella sorpresa, un altro punto a favore. L’interfaccia stock è gradevole e si possono disinstallare le apps Vodafone se non si è interessati. Infine, c’è l’ampliamento di memoria e la batteria è estraibile.

    CONTRO: inutile elencare i componenti che non sono top di gamma, perché è un low-cost e dunque è stato progettato per appartenere al basso range e contenere il costo. Certo, lo schermo poteva almeno essere HD e un paio di cuffie in-ear avrebbero fatto più comodo perché quelle standard ormai risultano tutt’altro che confortevoli. La batteria arriva a fine serata non proprio senza patemi.

    Ma a un prezzo di 99 euro ha un rapporto qualità/costo eccellente, un’idea regalo per Natale niente male per chi cerca un dispositivo low-cost di qualità.