Recensione PonoPlayer: il lettore di musica firmato Neil Young

Recensione PonoPlayer: il lettore di musica firmato Neil Young
da in Gadget, Lettori MP3, Recensioni
Ultimo aggiornamento: Giovedì 23/06/2016 07:09

    Ponoplayer

    Quasi un anno dopo il lancio sul sito di crowdfunding Kickstarter, il lettore musicale di alta qualità PonoPlayer di Neil Young è finalmente stato lanciato in tutto il mondo. Dopo qualche ascolto durante il Consumer Electronic Show (CES) di Las Vegas, questo è il risultato: la qualità audio è ben presente, ma il pubblico del device dovrebbe essere particolarmente mirato. Andiamo a coprire come si comporta.

    Con delle buone cuffie nelle orecchie e un file audio di qualità, l’effetto è semplicemente sorprendente. Il brano musicale sembra prender vita con una nuova profondità e dei dettagli che vengono persi quando vengono ascoltati su altri device. Si sente in particolar modo il mediator che va da una corda di chitarra all’altra, anche in un ambiente rumoroso come può esserlo il salone americano. Non è la prima volta che si può verificare un’esperienza del genere. Avendo provato altri apparecchi di alta qualità, ogni volta si risente questa ricchezza di dettagli. Il PonoPlayer è migliore rispetto al Sony Walkman da 1.200 dollari o rispetto ad un lettore numerico di file FLAC abbinato ad un convertitore numerico-analogico (CNA) esterno? Impossibile dirlo al momento, visto che bisognerebbe mettere a confronto gli apparecchi nello stesso momento per farsi un’idea propria. Se si paragona l’ascolto di musica su uno smartphone a quello di PonoPlayer, la differenza è tuttavia notevole.

    Cosa spiega questa buona qualità? Principalmente due elementi. Il lettore di Pono Music è prima di tutto dotato di un CNA premium firmato Ayre Acoustic che converte i file numerici in musica. Secondo il marchio, il CNA in questione offrirebbe la stessa qualità degli apparecchi di svariati migliaia di euro. L’altro motivo, sempre importante, è che PonoPlayer è in grado di leggere dei file numerici ad alta risoluzione che saranno, al meglio, uguali ai CD e a volte anche superiori. Questi file sono più voluminosi rispetto agli MP3 comuni, ma la qualità è davvero molto diversa. Tuttavia rispetto ai file codificati a partire da un CD, come i FLAC, presenta una differenza molto meno evidente.

    PonoPlayer è alquanto “ciccione” e dalle dimensioni triangolari strane, anche se è maneggevole, ma non entra di sicuro in tasca. Se da una parte non è molto pratico per coloro che cercano la comodità, il formato è tuttavia ben pensato per coloro che prevedono di ascoltare la loro musica in casa, che sia con delle cuffie o degli altoparlanti collegati direttamente a PonoPlayer. Notiamo tra l’altro che questo utilizzo a casa, con degli accessori extra top di gamma e quindi costosi, rischia di essere molto più frequente rispetto all’utilizzo nella metro o sulla via per andare a lavoro.

    PonoPlayer è dotato di un display touch con memoria di 128GB (64GB interni e 64GB con scheda microSD) ed dispone di due porte audio (per ascoltare la propria musica in due, per utilizzare il dispositivo con un sistema audio o con delle cuffie top di gamma in grado di godere delle due porte contemporaneamente). PonoPlayer è ovviamente compatibile con gran parte dei file audio numerici come ad esempio AIFF, ALAC, AAC (non protetto), FLAC o MP3.

    FLAC to MP3 e converter da scaricare

    605

    ARTICOLI CORRELATI