Google Doodle per la Festa del Lavoro 2015

Google Doodle per la Festa del Lavoro 2015

Google Doodle per la Festa dei Lavoratori o Festa del Lavoro gli strumenti dei lavoratori che in questa giornata rivendicano i propri diritti, celebrati ogni anno il primo giorno di maggio

da in Google, Social Media
Ultimo aggiornamento:

    Google Doodle Festa Lavoro

    Il Google Doodle di oggi è dedicato alla Festa del Lavoro (o Festa dei lavoratori) che si celebra ogni anno il 1 maggio. E’ una data importante, perché si dedica a tutti i diritti conquistati e da conquistare per i lavoratori di tutto il mondo. Ma a differenza del 2012 quando il protagonista del logo personalizzato era un operaio che protesta o che manifesta, solo che invece che alzare al cielo gli strumenti del proprio lavoro – come una cassetta degli attrezzi ad esempio – alza proprio la scritta Google, ci si limita appunto agli atrezzi.

    Che per l’occasione è stata rivestita di metallo e unita da sbarre come se fosse un’insegna oppure un pezzo di lavorazione industriale. E’ dunque il caso di ricordare perché si festeggia questa data con riferimenti agli avvenimenti storici che hanno portato a questa scelta. Conosciuta in inglese come Labor Day, la Giornata dei Lavoratori è una festività riconosciuta in buona parte delle nazioni mondiali con qualche eccezione, soprattutto nei regimi totalitari. In Italia è stata istituita ufficialmente nel 1891 per poi esser stata tolta dal regime fascista nel 1925 e re-introdotta al termine della Seconda Guerra Mondiale nel 1945. Le origini di questa data sono abbastanza note. Si riferisce infatti alle battaglie sindacali per ottenere un orario di lavoro quotidiano fissato in otto ore, che nel 1867 portarono alla promulgazione della legge nello stato dell’Illinois negli USA. Fu la scintilla che portò poi a decisioni simili in tutto il mondo, spinta dalla Prima Internazionale ossia Associazione internazionale dei lavoratori (A.I.L.). In Italia arrivò con il r.d.l. n. 692/1923).

    google doodle festa dei lavoratori

    Ancora una volta, la scelta della data arrivò dagli Stati Uniti e più precisamente dai Cavalieri del lavoro (Knights of Labor) che la celebrarono per la prima volta – per la verità – il 5 settembre 1882 a New York salvo poi decidere una cadenza annuale in altra data.

    Per merito di altre organizzazioni sindacali si scelse poi la data del primo giorno di maggio e soprattutto dei fatti avvenuti nel 1886 a Chicago (USA) con la rivolta di Haymarket durante la quale la polizia represse col sangue una rivolta scoppiata dai lavoratori in protesta davanti all’azienda di produzione di macchine agricole McCormick.

    Seguirono altri fatti di sangue e di cronaca nera legati a questa manifestazione, che i governi di allora non volevano riconoscere perché avrebbe fatto da trampolino di lancio per il socialismo e per gli anarchici. Ma successivamente quasi tutti i paesi del mondo la adottarono. Dal 1990 in Italia, i sindacati hanno promosso anche un concerto con tutti i più importanti artisti nostrani, che da quell’anno si è ripetuto ed è stato conosciuto proprio come il Concerto del Primo Maggio. Anche nel 2011 Google la celebrò, ecco la nostra pagina con tutti i Doodle di Google.

    533

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN GoogleSocial Media
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI