Windows 11 non uscirà mai?

Jerry Nixon, Microsoft Developer, ha dichiarato durante la conferenza stampa Ignite che Windows 10 sarà l’ultima versione di Windows così come lo conosciamo

da , il

    Windows 10

    Windows 11 potrebbe non uscire mai, è un’ipotesi valida e concreta più che un semplice rumors. “Nel futuro prossimo rilasceremo Windows 10 e, poiché sarà l’ultima versione di Windows, lavoriamo tutti ancora su Windows 10.” Tali sono state le parole di Jerry Nixon, sviluppatore di Microsoft, che è intervenuto durante la conferenza Ignite. L’ultima versione di Windows? Per davvero? Sì e no.

    Jerry Nixon ha spiegato tra l’altro come Microsoft aveva lanciato Windows 8.1 continuando allo stesso tempo a lavorare su Windows 10. Al giorno d’oggi, gli impiegati possono parlare tranquillamente degli aggiornamenti di Windows 10 visto che non ne è previsto nessun altro… Prima che facciate un salto dalla vostra sedia immaginando che Microsoft abbia intenzione di uccidere il suo Windows, sappiate che il marchio di Redmond ha semplicemente intenzione di promuovere un “Windows inteso come servizio.”

    In queste ultime versioni, Microsoft aveva già modificato ampiamente il suo modo di proporre il suo sistema operativo. Fine delle importanti nuovi versioni, arrivo delle leggere modifiche sempre più frequenti. E con Windows 10, tutto sembra ormai pronto. Le svariate componenti sono sufficientemente dissociate, le applicazioni universali sono realtà e i primi test a grande reale sono stati lanciati.

    Un portavoce di Microsoft aveva riassunto la situazione a The Verge in modo più che limpido: “Non parliamo del futuro al momento, ma i clienti possono essere certi che Windows 10 rimarrà aggiornato e tornerà efficacemente su una varietà di dispositivi, dai computer agli smartphone passando per SurfaceHub, HoloLens e Xbox.”

    Detto in parole povere, con questo nuovo approccio è l’intero sistema della versione di Windows che Microsoft potrà far scomparire. Ovviamente, Windows 11, 12,… potranno anche vedere la luce del giorno prima o poi, ma si tratterebbe solo ed esclusivamente di versioni che disporranno di aggiornamenti minori di Windows 10. Per scendere più nel pratico, possiamo dire che si tratterà di una mossa simile alle versioni con Service Pack dei precedenti Windows.

    Windows 10: le funzionalità più interessanti