Android M vs Android Lollipop: i 4 punti di forza

Android M andrà a sostituire ben presto Lollipop e ora andiamo a dare uno sguardo ai vantaggi che questa nuova piattaforma Google mobile porterà.

da , il

    E’ arrivato Android M. Durante la keynote Google IO 2015, Dave Burke, ingegnere Android in Google, ha svelato che Android M sorpasserà Android Lollipop. Mentre quest’ultimo è stato presentato l’anno scorso con una piattaforma rinnovata, Android M è ora l’ultimo nato in casa Google con centinaia di migliorie di piattaforma. Android M si focalizza sul miglioramento della stabilità e dell’utilizzabilità del software così come sull’esperienza utente. Google non ha svelato il numero di versione o il nome di M, ma comunque sia siamo sicuri che sarà splendido.

    Android Pay

    Messo da parte su Lollipop, uno degli arrivi più importanti di Android M è Android Pay. Verrà preinstallato sui device Android 4.4 e superiori e verrà supportato su dispositivi muniti di tecnologia NFC con Android KitKat senza ricorrere a nessuna app. Android Pay si baserà sulla sicurezza in quanto un numero di carta virtuale verrà creato quando registrerete una carta per i pagamenti.

    Supporto per le impronte digitali

    Abbiamo visto alcuni costruttori di smartphone includere già gli scanner di impronte digitali sui loro dispositivi, ma con Android M Google sta cercando di rendere standard questa tecnologia attraverso la sua piattaforma intera. Il supporto per le impronte digitali arriverà su Android M utilizzando un’API standard. Questo vorrà dire che i cellulari con scanner di impronte digitali, come Samsung Galaxy S6, potranno offrire la stessa gamma di funzionalità.

    Vita della batteria ottimizzata

    Uno degli annunci più importanti relativo ad Android M è la funzionalità chiamata Doze e riguarda il risparmio della vita della batteria. Il ciclo della batteria è un fatto che riguarda molti dispositivi Android sin dall’inizio e sembra che che Google stia prendendo de provvedimenti per migliorare la durata di vita della batteria.

    Carica

    Oltre a far durare di più le batterie, Android M consentirà di far ricaricare più velocemente la batteria grazie ad un supporto USB-C, un nuovo tipo di USB che – come il cavetto Lightning di Apple – può essere collegato al vostro device in modo da garantire una ricarica più semplice, ma soprattutto più veloce. Consente anche agli utenti di ricaricare altri dispositivi con i loro cellulari Android, una cosa che molti di noi abbiamo chiesto di avere.

    Proiettore Android da montare al posto delle lampadine