Le 5 cose che devi sapere sulle USB di tipo C

Le 5 cose che devi sapere sulle USB di tipo C
da in Hardware, USB
Ultimo aggiornamento: Martedì 31/05/2016 10:25

    usb tipo c

    Le USB di tipo C sono novità introdotte da poco e diventate standard sul nuovo e rivoluzionario MacBook di Apple, anche se ancora adesso molta gente non ha la più pallida idea del perché abbiamo bisogno, ancora, di un nuovo cavo di collegamento. Dopo tutto gli utenti di iPhone devono quasi sempre cambiare cavo non appena esce un nuovo Melafonino. Con i dispositivi che portano con sé sempre più novità quando diventano più sottili, anche i portatili diventano meno spessi e abbandonano gran parte delle porte USB per un’unica in grado di domarle tutte. L’USB di tipo C è, in sostanza, una di queste soluzioni. Quali sono i suoi pregi? Ecco una lista delle 5 cose che dovete sapere sulle USB di tipo C.

    Pensate a quando avevate una marea di porte USB nel vostro pc. Un po’ di tempo fa prima che l’HDMI arrivasse, vero? Ora questi giorni sono contati, così come sono contati i giorni delle porte USB che da tempo sono standard nei nostri computer. Le USB di tipo C segneranno la fine per gran parte di esse sui nuovi computer per lasciare più spazio alle batterie, al processore e a molto altro ancora. Questa porta unica sarà in grado di collegarsi a tutti i positivi diversi. Questo porterà grandi vantaggi in termini di carica. Il futuro è arrivato, gente!

    Molti utenti pensano, erroneamente, che l’USB di tipo C sia un nuovo genere di USB, ma in realtà si tratta di un connettore che offre la tecnologia di una delle USB standard di prima. Quando comprate un dispositivo che promette di integrare il nuovo connettore USB di tipo C molto più veloce rispetto a quello che offre attualmente, ricordate di controllare che abbia in realtà la tecnologia promessa. Altrimenti non vale la pena investire in questa nuova tecnologia visto che non comporterà grandi vantaggi rispetto a prima.

    Sappiamo tutti quanto possa essere noiosa la carica tramite USB. Collegate il vostro smartphone o tablet in una PlayStation 3 o ad una porta USB dedicata e aspettate ore prima di ottenere la carica totale, quando invece potreste collegarlo alla presa del muro e ottenere lo stesso risultato in pochissimo tempo. Questi tempi stanno per finire con l’arrivo dell’USB di tipo C.

    I classici connettori USB di tipo A e microUSB vengono ancora utilizzati e, tenendo a mente questo fatto, molti utenti saranno preoccupati che i loro dispositivi diventeranno obsoleti con l’arrivo dell’USB di tipo C. Sbagliato. Utilizzando un adattatore con connettore USB di tipo C, potete collegare qualsiasi cosa in una porta USB di tipo C.

    Anche se l’USB di tipo C sta facendo i primi passi sui nuovi PC e sui Mac, le USB di tipo A hanno una presenza considerevole. Il connettore è cambiato poco da quando è stato introdotto all’inizio del 1990 e la sua base è poco discreta. Tutto questo anche se l’USB di tipo C ha poche possibilità di sbarazzarsi definitivamente dell’USB di tipo A. I 5 migliori hard drive esterni del 2015

    622

    ARTICOLI CORRELATI