Maturità 2015: come si svolge tra prima e seconda prova

Maturità 2015: come si svolge tra prima e seconda prova
da in Guide HiTech, Maturità 2016, Social Media
Ultimo aggiornamento: Martedì 24/05/2016 18:26

    maturità 2015

    Gli esami di maturità 2015 si avvicinano e, mentre milioni di studenti stanno studiando, il tempo stringe e il giorno tanto temuto è sempre più vicino. Prima prova, seconda prova, terza prova e prova orale: questi quattro scogli da passare per ottenere il diploma superiore sono un incubo per molti. Andiamo a vedere in dettaglio quali sono le tre prove scritte per gli esami di maturità 2015.

    La prima prova verte, come sempre, su italiano. Ma veniamo subito al dunque e vediamo quali potrebbero essere le tracce per questa prima prova della maturità 2015: 1. Integrazione tra islam e culture occidentali 2. Immigrazione, clandestini e razzismo in Italia e nel mondo 3. Expo 2015, tecnologie alimentari e alimentazione sana 4. Internet e i social network 5. Adozioni e famiglie gay Vi consigliamo quindi di ripassare bene i temi dell’attualità più scottanti in modo da poter prendere 15/15 alla prima prova.

    Di solito, la seconda prova è quella più temuta dagli studenti. Gli argomenti vengono scelti direttamente dal Miur e le tracce variano a seconda delle scuole considerando che vertono su materie specifiche ad ogni istituto. Ad esempio, per il Classico possono capitare latino o greco o matematica per lo Scientifico. 1. Liceo Classico: Traduzione della versione di Latino 2. Liceo Scientifico: La traccia di matematica 3. Liceo Linguistico: La traccia di lingua e cultura straniera 1 4. Liceo Artistico: La traccia applicativa 5. Liceo Musicale e coreutico: La traccia di teoria, analisi e composizione; la traccia di tecniche della danza.

    Siete anche voi studenti che temete la terza prova? Se il quizzone vi fa tremare dalla paura, tanto vale preparavi bene. Il terzo scritto, a differenza del primo e del secondo, non è ministeriale e quindi entrano in ballo molte varianti: domande, durata e materie. La decisione viene presa direttamente dal consiglio di classe che si occupa di redigere un documento ad hoc. In questi casi, accade spesso che degli studenti siano già al corrente delle materie che verranno trattate in anticipo, mentre altri lo sapranno solo il giorno dell’esame. Un’ingiustizia quindi, anche se la comunicazione del Miur parla chiaro: “Non è prevista alcuna comunicazione di questo genere. La normativa prevede soltanto che la Commissione d’esame, in coerenza con il Documento del Consiglio di classe, scelga collegialmente la struttura della prova”. Maturità 2015 Miur, tutte le informazioni

    449

    ARTICOLI CORRELATI