NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Sony Xperia Z3+ vs Samsung Galaxy Note 4: differenze e confronto

Sony Xperia Z3+ vs Samsung Galaxy Note 4: differenze e confronto
da in Mobile
Ultimo aggiornamento: Martedì 30/06/2015 18:50

    Sony Xperia Z3+ vs Samsung Galaxy Note 4

    Galaxy Note 4 è il phablet per eccellenza: schermo ampio, funzionalità pensate per la S-Pen in dotazione, ottima batteria. Samsung ha praticamente creato da sé questo segmento commerciale nel 2011, motivo per cui la linea continua a essere apprezzata. Xperia Z3+ riprende l’OmniDesign del Xperia Z3: linee eleganti e bilanciate, design solido e resistente. Purtroppo, i problemi dello Snapdragon 810, il processore top di gamma di Qualcomm, ne minano le potenzialità.

    Se preferite i phablet, la scelta è ovvia: Galaxy Note 4, forte dei suoi 5,7 pollici (risoluzione Quad-hd), offre più spazio per prendere appunti o leggere i documenti. Xperia Z3+ non è certo tra i più compatti sul mercato, ma è rinchiuso in un corpo meno ingombrante: schermo da 5,2 pollici (Full HD), 6,9 mm di spessore e 144 g di peso. Il Note 4 è più grande in tutto: 153,5 x 78,6 x 8,5 mm e 176 g.

    Xperia Z3+ integra uno Snapdragon 810, octa-core. Probabilmente l’azienda è stata obbligata dagli accordi precedentemente presi con Qualcomm oppure ha sottovalutato i problemi di gestione del calore del processore. Fatto sta che anche dopo alcuni scatto o semplicemente usando la rete 4G, il dispositivo scalda moltissimo; Sony stessa consiglia di spegnerlo più volte ogni giorno. Galaxy Note 4 sfrutta invece un Qualcomm Snapdragon 805, il meglio della società californiana per il 2014 e sebbene abbia una potenza teorica inferiore, la sua applicazione pratica è decisamente meno problematica dello Snapdragon 810.

    Sia Xperia Z3+ che Galaxy Note 4 integrano 3GB di RAM. Rispetto a Galaxy S6, Galaxy Note 4 include ancora l’espansione della memoria, ma i 32GB integrati saranno più che sufficienti per molti. Anche il top di gamma di Sony è presente sul mercato nell’unico modello da 32GB.

    Entrambi usano una fotocamera fornita da Sony. Nel caso del Xperia Z3+, il sensore ha una risoluzione di 20,7 megapixel ed è grande 1/2,3 pollici; include autofocus, flash LED singolo e registrazione video fino alla risoluzione di 2160p oltre alla modalità HDR (High Dynamic Range). La fotocamera frontale usa invece un sensore da 5,1 megapixel per video in Full HD. Galaxy S6 sfrutta un sensore da 16 megapixel con stabilizzatore ottico, flash LED e registrazione video fino a 2160p. Il sensore frontale è da 3,7 megapixel.

    Xperia Z3+ soffre molto lo Snapdragon 810. Sulla carta questo SoC dovrebbe garantire un’ottima gestione delle risorse, ma in pratica in questo dispositivo mina le potenzialità dell’unità da 2.930 mAh. Si riesce a coprire una giornata con uso medio e si può arrivare a due giorni con un utilizzo più leggero, ma nei casi più intensi si potrebbe non arrivare a cena. Galaxy Note 4 include un’unità non rimovibile da 3.220 mAh e nonostante lo schermo più ampio è una scelta migliore, dall’ottima autonomia.

    Android Lollipop è il sistema operativo di entrambi i top di gamma: preinstallato su Xperia Z3+ e aggiornato su Galaxy Note 4. Nel primo caso, l’interfaccia è personalizzata con alcune app multimediali di Sony, come PlayStation, Musica e Video. La TouchWiz di Samsung è tra le più pesanti, ma la nuova versione ha migliorato le prestazioni togliendo tante opzioni e includendo i servizi di Microsoft, tra cui OneDrive, Outlook e Office. Nel caso di Galaxy Note 4, ci sono funzionalità pensate per la S-Pen, il pennino digitale incluso, come la possibilità di prendere note rapidamente.

    Xperia Z3+ sarà disponibile in Italia da 699 euro. Considerato che è sul mercato dallo scorso autunno, Galaxy Note 4 è in vendita online a un prezzo inferiore, che va da 529 a 540 euro.

    666

    PIÙ POPOLARI