Viaggio all’estero? Prepara così il tuo smartphone

Viaggio all’estero? Prepara così il tuo smartphone
da in Guide HiTech, Mobile
Ultimo aggiornamento: Martedì 31/05/2016 10:25

    Usare smartphone all'estero

    Se state per andare in un paese estero, in particolare se fuori dall’Unione Europea, dovete fare attenzione a come usare il vostro smartphone. I costi di roaming, in particolare, sono la spada di Damocle più importante perché potrebbe prosciugarvi il traffico telefonico in poche ore. Vi consigliamo, quindi, alcuni accorgimenti, come acquistare una SIM in loco se avete intenzione di passare molto tempo sul posto, oppure quella di affidarvi alle tariffe per l’estero di Vodafone, TIM, 3 e Wind. Ma non solo: ecco come preparare il vostro smartphone.

    Premessa: cos’è il roaming? Il vostro operatore sfrutta la rete di un operatore locale, quando siete all’estero, per assicurarvi una copertura completa. Ciò, però, include il pagamento di tariffe superiori a quelle che state pagando in Italia per chiamate, messaggi e internet. Per questo, è meglio che vi informiate sulle tariffe di roaming nel paese in cui state per viaggiare. Se pensate di stare via molto, potete anche valutare l’idea di acquistare una SIM in loco presso un operatore estero, in modo da avere tariffe meno costose.

    Per i motivi di cui sopra, è meglio che disattiviate la rete 3G e 4G o quella mobile in generale. I prezzi di roaming rischiano di prosciugarvi il traffico disponibile in una sola giornata; meglio appoggiarsi alle rete Wi-Fi di hotel, bar o biblioteche, facendo attenzione, però, a possibili danni alla privacy e alla sicurezza. Tutti gli alberghi offrono una zona con il Wi-Fi gratuito.

    Come vi abbiamo accennato, per i lunghi periodi è un’idea potenzialmente utile quella di acquistare una SIM locale Risparmierete sui costi rispetto a usare il vostro smartphone e il roaming. Gli operatori italiani, comunque, offrono anche tariffe speciale pensate appositamente per chi deve viaggiare all’estero.

    Per limitare la necessità di usare il roaming, può anche essere utile scaricare le mappe offline tramite le app che lo permettono, come Here Maps di Nokia. Occupando qualche centinaio di megabyte sul proprio smartphone, potrete sfruttare il GPS ma non la rete cellulare per muovervi in una città nuova.

    Qualora viaggiaste al di fuori dell’Unione Europa, fate attenzione alle conversioni. Spesso, in loco sono presenti postazioni dove i tassi di conversione non sono quelli ufficiali e il turista può essere truffato. Vi consigliamo di cambiare il denaro già in Italia e restare fedeli a quel budget.

    In commercio si trovano caricabatterie universali, che integrano, cioè, la presa per i paesi diversi dall’Italia, come Cina, Regno Unito o Australia e Giappone. Altrimenti avrete bisogno di acquistarne uno locale, meno versatile.

    545

    ARTICOLI CORRELATI