Come creare app Android gratis in pochi passi

Di app Android se ne contano a migliaia (addirittura a milioni). Che ne pensate di creare una? Non sapete come fare? Ve lo spieghiamo noi in questa guida passo passo.

da , il

    Il vantaggio di possedere un dispositivo Android è quello di poter creare delle applicazioni senza dover svuotare il proprio conto in banca. Avete intenzione di creare un’app Android, ma non sapete come farlo? Nessuna problema, vi spieghiamo tutto noi. Anche se è relativamente semplice da sviluppare, bisogna impegnarsi per sviluppare l’app, altrimenti potrebbe avversari impossibile. Ma se ci mettete attenzione e impegno, siamo sicuri che ce la farete anche voi. Pronti?

    Programmazione

    Prima di tutto, è bene avere qualche nozione di programmazione, in particolar modo il linguaggio Java che sono basate le applicazioni per i mobili Google. Se volete quindi creare app Android gratis, dovete sfruttare il programma gratuito Java SE Development Kit. Niente di più semplice. Altro download da effettuare è quello relativo ad Android Studio per Windows, OS X e Linux per poter programmare al meglio le app Android.

    Play Store

    Una volta che avrete creato la vostra app per Android, bisognerà immetterla sul Play Store. Come? Aprite un account come sviluppatore e inviate a Google l’app fatta da voi insieme ad una schermata che mostra com’è il risultato finale insieme ad una descrizione e ad un’icona.

    Creare app Android con MIT App Inventor

    Non riuscite a creare un’app Android nonostante le nostre indicazioni? Niente panico, c’è un altro modo. Provate l’ultima volta con MIT App Inventor, un servizio online per creare app Android gratis senza dover conoscere il linguaggio di programmazione. Da una parte è più semplice, dall’altra è anche più limitata. Una volta scaricato il software, potete iniziare a creare la vostra app Android gratis. Ad esempio, potete aggiungere elementi alla vostra app come ad esempio pulsanti, immagini o caselle andando nella sezione Basic; nella sezione Media invece trovate componenti relativi a foto e video. Fatto? Salvate l’app Android sul vostro PC come file .aia che andrete a trasferire poi sul vostro smartphone. Avete la vostra app!

    App Android, iOS o Windows Phone: come ottenere il rimborso dopo l’acquisto