Samsung Galaxy S6 Edge Plus vs Samsung Galaxy Note 5: le differenze

da , il

    L’estate sta per giungere alla fine e, come di consueto, arrivano le presentazioni degli smartphone di quest anno sempre più innovativi e con design sempre più attraenti: Samsung ha mostrato i due nuovi device che non potranno certo scappare ai fan della casa produttrice : il Galaxy S6 Edge Plus ed il Galaxy Note 5. A quanto pare, Samsung ha capito quale sia la moda del momento e, al posto di creare due dispositivi dalle dimensioni differenti, quest anno ci propone due phablet dalle dimensioni pressoché identiche e dalle caratteristiche tecniche che non differiscono tra loro. Andiamo a vedere più nello specifico questi due giganteschi apparecchi.

    Display

    I display dei due dispositivi sono Super AMOLED da 5.7 pollici di diagonale ognuno e risoluzione 2K (2560 x 1440 pixel) con una densità di pixel pari a 515 ppi; le voci che Samsung stesse sviluppando dei display in risoluzione 12K non troveranno riscontro nei device di quest anno che, con i classici tratti degli schermi AMOLED ( neri assoluti e colori vivissimi), riescono a stupire per l’illusione delle immagini che escono dallo schermo.

    Processore

    A muovere quella smodata quantità di pixel ci penserà un processore Exynos: con un processo produttivo a 14 nm, il 7420, un octacore con architettura Cortex-A57+

    Cortex-A53 ( 2.1 Ghz e 1.5 Ghz), è stato il processore che lo scorso anno ha fatto impazzire tutti i benchmarker del mondo con le proprie prestazioni e crediamo che il volerlo riproporre sia stata davvero una mossa vincente.

    RAM e Memoria interna

    Entrambi i dispositivi monteranno la strabiliante quantità di 4 GB di RAM DDR3 con una memoria interna di 32 GB non espandibile. Mossa che non è piaciuta alla maggior parte della gente, ma Samsung ha deciso di riproporre questa scelta, forse grazie ad un nuovo e migliorato algoritmo di compressione dei dati sviluppato di recente.

    Fototcamera

    Le fotocamere dei due dispositivi sono le stesse che sono presenti sui device dell’anno scorso: 16 Megapixel con stabilizzazione ottica e flash led per la fotocamera posteriore e 1.9 Megapixel con stabilizzatore ottico e grandangolo per catturare più porzione di immagine negli scatti. Non riusciamo a capire questo stallo dal punto di vista delle ottiche, ma confidiamo nel miglioramento software da parte di Smasung delle applicazioni e funzioni che già furono ottimo nel 2014 e continuano ad esserlo.

    Batteria

    Purtroppo non sappiamo ancora nulla delle batterie dei due dispositivi. Gradiremmo, però, la possibilità di rimuoverle, una capacità di almeno 3000 mAh e la fantastica funzione di ricarica rapida che Samsung presentò l’anno scorso che dava la possibilità di ricaricare completamente il device in poco più di un’ora.

    Sistema operativo

    Per quanto riguarda il sistema operativo, entrambi i device avranno preinstallato Android Lollipop ( Versione 5.1.1 ) con la futura possibilità di essere aggiornato ad Android M. Di conseguenza, la TouchWiz, interfaccia di proprietà Samsung, sarà quella vista fino ad oggi negli altri dispositivi con colori molto vivi ed icone rotonde che, a dirla tutta, non ci dispiace affatto.

    Prezzi

    Non sappiamo ancora nulla riguardo ai prezzi, ma possiamo formulare qualche ipotesi: ci aspettiamo almeno 100 euro di differenza tra i due dispositivi con il Note 5 che avrà un prezzo di lancio attorno agli 850 € ed il Galaxy S6 Egde Plus attorno ai 750€. Crediamo sia un prezzo giusto? Non sta a noi deciderlo, possiamo, però, dirvi che questi due device saranno il meglio del meglio che Samsung avrà da offrire per il prossimo anno e stiamo parlando di due smartphone costruiti con materiali premium (il corpo sarà infatti in acciaio) e con hardware e software di tutto rispetto capaci di tenere tesa a molti pc portatili. A voi l’ardua sentenza.

    In conclusione

    Non c’è che dire; Samsung ha sfornato altri due gioiellini che cercano di migliorare il buon lavoro fatto l’anno scorso. Ci sarebbe piaciuto vedere qualche cosa in più sotto il punto di vista dell’innovazione hardware, ma siamo sicuri che presto arriveranno software che ci permetteranno di spremere fino in fondo dei device di tutto rispetto. Fateci sapere cosa nep ensate e ricordate di tenere d’occhio le nostre pagine per essere sempre informati sul mondo della tecnologia.