Dark Souls 3: 5 cose che abbiamo appreso

Dark Souls 3: 5 cose che abbiamo appreso
da in PS4, Shopping, Videogiochi, Xbox One
Ultimo aggiornamento: Mercoledì 22/06/2016 07:09

    dark souls 3

    Ecco 5 cose che abbiamo appreso dal recente test effettuato su Dark Souls 3 riservato ai possessori di Ps4. FROM SOFTWARE ha permesso di testare il gioco in modalità online ed offline agli utenti Sony e, da ciò che è stato mostrato, abbiamo potuto capire meglio come funzioneranno alcune meccaniche di gioco, che siano esse le semplici barre degli HP, della Stamina e del Mana, oppure quale approccio è meglio utilizzare contro determinati tipi di nemici ed invasori. Vediamo nel dettaglio di cosa si tratta. Dark Souls III lo acquisti qui su Amazon!

    Già Dark Souls 2 portò novità dal punto di vista tecnico, soprattutto visivo, alla serie, ma possiamo affermare con certezza che Dark Souls 3 è il capitolo della serie con il miglior impatto grafico fino ad oggi. Le ambientazioni sono suggestive ed evocative, per non parlare degli abiti del personaggio ed il design dei nemici; il tutto ricorda un po’ Bloodborne, ma siamo sicuri che sarà il gameplay a rendere questo gioco ciò che gli appassionati della serie vogliono.

    Dark Souls III 2

    Sappiamo che la maggior parte del divertimento di un Souls deriva dal sistema di combattimento e, credeteci, in Dark Souls 3 ci saranno una marea di armi con diversi stili di combattimento e move set differenti, finalmente. Fanno la loro apparizione anche degli “attacchi caricati” che consumano Mana (si differenziano dagli attacchi normali grazie alla scia blu che l’arma produrrà), che faranno molto più danno ai nemici e che dipendono dalla classe iniziale del personaggio.

    Sin da quando l’introduzione del Mana fu resa pubblica, la community si è interrogata su come il personaggio potrà rigenerare la magia: si useranno le erbe come si faceva in Dark Souls 2 o si useranno pozioni? La seconda alternativa è quella corretta, più o meno, poiché vi sarà l’introduzione della “Ash Estus Flask” (fiaschetta Estus della cenere), strumento consumabile ed indispensabile per le build magiche.

    Nei primi trailer di Dark Souls 3, era possibile vedere come il protagonista accendesse dei falò utilizzando il corpo dei nemici caduti ( la ragione per la quale ciò è possibile è strettamente correlata al discorso circa Umanità, Anima e Fuoco, punto centrale nel Lore di Dark Souls); il nostro avatar sarà in grado, una volta morto, di utilizzare un tizzone a mo’ di Umanità per ripristinare gli HP. Dovremo esplorare meglio il Lore di Dark Souls 3 per darvi ulteriori spiegazione al riguardo, una volta che il gioco sarà disponibile.

    boss

    In questa preview ci è stato possibile affrontare un boss chiamato Dancer of the Frigid Valley e dobbiamo dire che siamo rimasti molto colpiti da come fosse “unico”. Una delle maggiori critiche mosse a Dark Souls 2 è stata soprattutto riguardo al fatto che i boss fossero per lo più umanoidi con armi giganti e, visti i trailer e il boss che abbiamo potuto affrontare, possiamo tranquillamente affermare che sia stato fatto un enorme ed importante salto in avanti sotto questo aspetto.

    Ciò che abbiamo visto ci è piaciuto tantissimo; non abbiamo parlato molto delle invasioni da parte di altri giocatori poiché non siamo stati invasi molte volte, ma, da ciò che abbiamo visto, il tutto funzionerà in maniera molto simile a Dark Souls 1, con la possibilità di affrontare anche 4 nemici alla volta. Vi ricordiamo che Dark Souls 3 è ancora in via di sviluppo, per cui ci aspettiamo solo miglioramenti fino alla data di rilascio del titolo che è prevista per i primi mesi del 2016 su Pc, Ps4 ed Xbox One.

    797

    ARTICOLI CORRELATI