Natale 2016

DeLorean Day: 5 tecnologie che non avevano previsto 30 anni fa

DeLorean Day: 5 tecnologie che non avevano previsto 30 anni fa
da in Innovazioni Tecnologiche
Ultimo aggiornamento: Martedì 31/05/2016 10:25

    Ritorno al Futuro 21 ottobre 2015

    In Ritorno al Futuro, la tecnologia ha sempre avuto un ruolo da protagonista. 30 anni fa, Doc Brown e Marty McFly a bordo della mitica DeLorean avevano previsto quasi tutto, tranne che alcune tecnologie di cui oggi non potremmo fare a meno. Di fatto, se andiamo a confrontare il 21 ottobre 2015 immaginato da Zemeckis con quello attuale scopriamo che molte previsioni erano esatte, ma non tutta la tecnologia odierna è stata rappresentata all’interno del film. Andiamo a scoprire, quindi, le 5 tecnologie che Ritorno al Futuro non aveva previsto 30 anni fa.

    internet_ritorno_al_futuro

    La più grande lacuna di Ritorno al Futuro e del mondo immaginato da Zemeckis riguarda la rete. Internet, oggi, è il motore su cui si basa la nostra vita quotidiana. All’interno del film non viene mai menzionata una rete in grado di connettere “macchine” di tutto il mondo e permettere alle persone di ottenere informazioni. Tuttavia, Internet era già in fase di creazione durante le riprese del film, ma questa grande innovazione arriverà al grande pubblico solamente negli anni ’90, visto che prima veniva utilizzata solamente per scopi militari.

    Smartphone

    Se Internet non era ancora stato immaginato in Ritorno al Futuro, anche gli smartphone entrano nella lista dei grandi assenti. In particolare, l’attenzione era stata posta sulle modalità di videoconference che si avvicinano maggiormanete a strumenti come Skype e Google Hangout. Di fatto, gli smartphone sono strumenti di uso quotidiano nel 2015. Inoltre, risulta strano che 30 anni fa Zemeckis non abbia immaginato un futuro in cui i cellulari sarebbero stata la miglior forma di comunicazione.

    WiFi nel 2015

    Il 2015 può essere rappresentato da un mondo iperconnesso, dove la messaggistica istantanea è considera indispensabile e dove il Wi-Fi è il principale modo di accedere a miliardi di informazioni. Un concetto seppur estremamente semplice come il Wi-Fi, avrebbe messo in crisi persino Martin McFly. Ovviamente, la necessità di avere sempre una copertura Wi-Fi comporta stress e crea, in qualche modo, una sorta di dipendenza che non era presente nell’immaginario di Zemeckis. Il 2015 di Ritorno al Futuro non presenta nulla di tutto ciò.

    Social network

    Una naturale evoluzione di Internet sono stati i social network. Facebook, Twitter e Instagram hanno rivoluzionato il nostro modo di interagire con il mondo che ci circonda. La ricerca spassionata a migliaia di mi piace o retweet, attraverso la rete, non viene mai menzionata all’interno di Ritorno al Futuro. Con molta probabilità, il sogno di volare con le macchine ha avuto la meglio all’interno della mente di Zemeckis.

    SMS

    Gli SMS sono una delle tecnologie che, nel 2015, appaiono come preistoria. E’ incredibile il fatto che la tecnologia più moderna, come smartphone e tablet, sia riuscita a rendere obsoleto uno strumento di comunicazione così diffuso fino a qualche anno fa. In Ritorno al Futuro, non a caso, viene utilizzato un fax per le comunicazioni, altro che tecnologia d’avanguardia come le classiche e-mail, WhatsApp, la posta certificata e gli ormai obsoleti SMS.

    672

    Natale 2016

    ARTICOLI CORRELATI