Internet in auto: come impostare un Hotspot Wi-Fi in macchina

Internet in auto: come impostare un Hotspot Wi-Fi in macchina
da in Guide HiTech
Ultimo aggiornamento: Martedì 31/05/2016 10:25

    wifi

    Internet in auto? Forse non tutti sanno che è molto semplice trasformare la macchina in un hotspot Wi-fi su quattro ruote. Al giorno d’oggi, avere uno smartphone senza connessione ad internet equivale ad aver comprato un device che non sfrutterete mai al 100%, ma anche avere un abbonamento ad internet non vi assicura una velocità di navigazione decente, per cui dovremmo ricorrere ad un piccolo trucco per evitare code del traffico o per far guardare ai vostri figli il loro cartone preferito così che non facciano troppo baccano sul sedile posteriore. Per iniziare, avremo bisogno di uno smartphone e di un’automobile di ultima generazione.

    macchina smartphone

    Che tipo di macchina ci serve? Alcune case automobilistiche, negli ultimi anni, hanno iniziato a fabbricare automobili con un’apposita rientranza nella quale posizionare il vostro smartphone e collegarlo via USB per la ricarica della batteria (le Mini di ultima generazione possono contare su questa feature che, tramite connessione USB, possono accedere alla rete dal vostro smartphone ed attivare servizi come Meteo, Mappe e Traffico, in modo che teniate sempre sotto controllo questi fattori). Utilizzare le funzioni internet tramite le nuove automobili comporta gli stessi costi del normale utilizzo del vostro smartphone che dipende dal tipo di contratto stipulato col vostro gestore. N.B. Se il vostro smartphone supporta la connettività 4G, quella sarà la vostra velocità di navigazione effettiva, con tutti i vantaggi (connessione ultraveloce) e gli svantaggi (temperature maggiori e batteria che si scarica molto velocemente) del caso.

    pebble

    Perché mai dovreste usare una chiavetta per collegarvi ad internet se vi abbiamo illustrato come farlo col vostro smartphone? La chiavetta può rimanere inserita nella vostra auto, senza che vi ricordiate di portare lo smartphone o attivare il servizio di tethering; inoltre, questo metodo non cosumerà la batteria del vostro device e non consumerà la sua connessione dati. Ma tutto ciò è possibile in Italia? Lo sarà tra poco. Nel Regno Unito, 3 mette a disposizione dei propri clienti delle chiavette, o più tecnicamente Pebble, che, pagando una certa cifra mensile, vi permetteranno di essere collegati alla rete con la vostra auto e di usufruire di tutti i servizi che altrimenti consultereste con lo smartphone. 20 GB di navigazione costano circa 30€ mensili e la cosa non ci dispiace. Anche i Pebble, però, hanno i loro lati negativi: molto spesso il sistema interno della macchina non riconosce il Pebble al primo colpo e dovrete collegarlo e scollegarlo fino a che il tutto non funzioni a dovere. Inerzie che portebbero dar fastidio.

    schermo macchina

    Ok, ok, sappiamo che questo non è un vero trucco, poiché basterà accendere la vostra auto e avrete accesso ad internet istantaneo. Oltre alla Mini, sopra menzionata, altre grandi compagnie di automobili come BMW, Mercedes, Audi e Bentley, stanno mettendo sul mercato le prime automobili con ricevitore 4G integrato. Le automobili avranno uno schermo alla destra del guidatore in modo da poter analizzare l’andamento del traffico, poter usare i social network o navigare a proprio piacimento sul web. Lati negativi? Il tutto costa molto, in quanto si tratta di macchine di lusso, per non parlare del pericolo derivante dal fatto di avere uno schermo che vi distrae dalla strada.

    Queste nuove tecnologie sono un modo facile e veloce per essere sempre collegati alla rete anche quando viaggiamo, ma sfortunatamente dovremo attendere un po’ di tempo prima di poterne usufruire in Italia. Guardando il lato positivo della faccenda, però, il mondo si sta connettendo sempre di più e, tra qualche anno, sarà praticamente impossibile perdersi o sbagliare strada, per non parlare dei furti d’auto che saranno inattuabili con tutti i sistemi di geolocalizzazione che avremo intorno a noi. Cosa ne pensate di queste tecnologie? Siete curiosi di vedere come funzionano?

    795

    ARTICOLI CORRELATI