App in streaming: Google le sperimenta

Google sperimenta lo streaming di app cercate su Google Search

da , il

    Big G logo

    Google sperimenta lo streaming di app, un modo veloce, e che non occupa spazio sul vostro device, per utilizzare la maggior parte delle funzioni di una determinata applicazione, ma senza doverla per forza scaricare. Avete mai trovato, navigando sul web, un applicazione che vi ha colpito, ma che non poteva essere scaricata perché lo spazio sul vostro device era insufficiente o semplicemente perché non vi andava? Capita anche ai migliori di noi, per cui Google ha implementato un servizio per chi non vuole scaricare dati non necessari sul proprio terminale.

    Alcune app potranno streammare i propri servizi sul vostro device direttamente se cercate su Google Search senza occupare spazio di archiviazione e senza farvi aspettare che il download finisca. Facciamo subito un esempio, in modo che il tutto risulti più chiaro: volete prenotare una camera di hotel per le vostre vacanze estive, ma non possedete alcuna app in grado di trovare il miglior albergo per voi e avete pochissimo spazio sul vostro terminale per scaricarne una. Lo streaming di app vi permetterà di poter utilizzare la maggior parte delle funzioni di una determinata applicazione, in streaming sul vostro device, senza occupare spazio e senza perdere tempo per il download; così potrete passare il tempo risparmiato a fare altre foto al vostro gattino per poi salvare sul vostro smartphone. Il servizio offerto da Big G è, sfortunatamente, ancora in BETA, ma gli sviluppatori si sono dichiarati decisi nel continuare l’opera fino a portarla al pieno completamento.

    Davvero un’idea geniale e, soprattutto comoda; poter utilizzare un’applicazione senza doverla scaricare è una cosa che tutti, almeno una volta durante la nostra esperienza da “smartphoniani” abbiamo sognato di fare, ma ciò non farà sì che le vere app siano utilizzate sempre di meno fino a farle scomparire completamente? Comunque sia, il servizio non sarà completo prima di qualche mese e disponibile in Italia perfino più tardi, per cui attendiamo trepidanti questa innovazione per poter tirare le somme al riguardo.