Natale 2016

Equinozio di Primavera 2016: il Google Doodle con le pietre

Equinozio di Primavera 2016: il Google Doodle con le pietre
da in Google, Social Media
Ultimo aggiornamento:
    Equinozio di Primavera 2016: il Google Doodle con le pietre

    Il Google Doodle di oggi 20 marzo 2016 dedicato all’Equinozio di Primavera che è avvenuto alle ore 5,30 di questa mattina con ore di luce e buio che saranno alla pari nella giornata di oggi. È stato l’equinozio più precoce degli ultimi 120 anni, perché per trovarne uno caduto prima si deve andare indietro addirittura nel 1896. Tutto ciò è stato reso possibile anche e soprattutto grazie alla natura bisestile di quest’anno. Ma perché oggi formalmente inizia la Primavera?

    Che sia considerato brutto o al contrario geniale, non c’è dubbio che il logo di Google abbia come sempre richiamato l’attenzione di milioni e milioni di utenti in tutto il globo. Questi visitatori hanno aperto la pagina del motore di ricerca più famoso al mondo e si sono trovati di fronte a un disegno particolare, così hanno cliccato sopra et voilà sono stati catapultati nella pagina di ricerca dell’Equinozio di Primavera.

    Si crede che la Primavera inizi domani 21 marzo, in realtà formalmente è già oggi dalle 5:30 di mattina. Ovviamente si parla di primavera nell’emisfero Boreale, mentre si parlerà di autunno in quello Australe. L’equinozio si chiama così perché teoricamente la durata del giorno corrisponde a quella della notte, ma a causa di fenomeni come la rifrazione dell’atmosfera e della forma della Terra non perfettamente sferica, si riscontra più luce del buio. Inoltre, oggi il Sole è sorto quasi esattamente a Est e tramonterà quasi esattamente a Ovest.

    Insomma si potrebbe considerare come la giornata più simmetrica dell’anno, in cui valgono numeri più semplici per il calcolo delle ore di luce e per l’osservazione del moto apparente del Sole nel cielo. L’Equinozio è caduto stamattina alle 5:14, se avessimo osservato la Terra da una buona distanza nello spazio, avremmo osservato una linea netta di separazione tra zona illuminata e zona d’ombra, con la linea che passava esattamente presso i poli terrestri. Questo perché il Sole si trovava esattamente perpendicolare all’equatore.

    Il logo di quest’anno vede alcune pietre che rappresentano le lettere del motore di ricerca più famoso al mondo, che prendono vita e si entusiasmano per la fioritura di un alberello. Ma l’ultima pietra, invidiosa, le soffia via tutte.

    408

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN GoogleSocial Media

    Natale 2016

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI