Google Glass Enterprise Edition su eBay: il ritorno degli occhiali tech

Google Glass Enterprise Edition su eBay: il ritorno degli occhiali tech
da in Gadget, Google, Innovazioni Tecnologiche
Ultimo aggiornamento: Martedì 31/05/2016 10:26

    Gli occhiali di Google sono morti? Lunga vita a loro: è stata individuata una serie di immagini che ritrae quella che sempre la Google Glass Enterprise Edition su un’asta apparsa su eBay e messa a listino al prezzo di ben 2600 dollari. Ci sono forti possibilità che si tratti di un fake oppure – altra ipotesi non da scartare – che sia un mockup/prototipo. Quel che è certo è che sembra proprio una versione inedita e differente di questi gadget. Da cosa è contraddistinta? Da una fotocamera dotata di flash LED a illuminare la scena, ad esempio, da un processore Intel Atom e una scheda Wi-Fi migliorata con supporto della banda a 5GHz. Ultimo, ma non per importanza, una batteria a più lunga durata. Riprendiamo le ultime voci sulla prossima versione dei Google Glass.

    Google Glass 2 rumors

    C’è un’indiscrezione sui Google Glass 2 che suona un po’ strana: una delle due versioni degli occhiali tecnologici potrebbe essere… priva di occhiali (ammesso e non concesso che uscirà l’edizione due). Secondo quanto riportato da The Information, potrebbero uscire due varianti, la prima classica ancora più evoluta e con componenti aggiornati e la seconda che sarà solamente “audio” dedicandosi a un pubblico di sportivi. Come funzionerà? Sfrutterà soprattutto l’induzione ossea che permetterà di fare anche a meno degli auricolari, per informare sulle prestazioni in corso oppure per tutto un altro parterre di funzioni che non richiederanno l’uso della vista. Scopriamo gli altri rumors nelle pagine successive.

    Google Glass Intel

    Non è ben chiara la situazione attuale degli occhiali di Google, alias Glass, che dopo un debutto tra gli entusiasmi non hanno raccolto molto di ciò che hanno seminato. Anzi, al contrario sono rimasti un gadget più curioso che effettivamente utile e sono rimasti confinati alla sfera degli sviluppatori o di pochi appassionati. Ma se i primi lamentano una scarsa potenzialità di realizzazione di contenuti e un pubblico molto limitato, i secondi sono poche centinaia per via di un costo comunque proibitivo per l’utente comune. Intanto a Mountain View i Glass Basecamp chiudono, ma questo non vuol dire che si accantona il progetto. Al contrario – così come riporta il WSJ – si potrebbe presto assistere a una nuova presentazione con una partnership tra Google e Intel con i secondi che fornirebbero nuovi chip da montare nei dispositivi.

    Occhiali Google con controllo mente

    Un nuovo respiro per gli occhiali di Google: la società britannica This Place ha infatti sviluppato una speciale aggiunta per i Glass che consentono di controllari semplicemente con la forza del pensiero grazie a un extra hitech ben noto. Si tratta di un dispositivo che si appoggia alla fronte e che consente di captare le onde cerebrali, che vengono poi analizzate da un software chiamato MindRDR (Mind Reader ossia lettura del pensiero) per tradurle in informazioni e comandi per il device. Al momento si possono portare a compimento solo semplici task come scattare una foto e condividerla, ma il progetto è open source su GitHub e consentirà di aprirsi a nuove possibili applicazioni. Un vero “blue ocean”, un territorio tutto da esplorare.

    Ci sarà un po’ di Italia nelle future versioni degli occhiali di Google alias Google Glass: il colosso americano ha infatti stretto un accordo con Luxottica per rendere un po’ più cool e appetibili questi gadget tecnologici grazie al coinvolgimento dei due brand più celebri e apprezzati del gruppo tricolore ossia Ray-Ban e Oakley. Insomma, si rimane negli USA per quanto riguarda lo stile (o meglio dire il nome), ma saranno italiani inside grazie all’esperienza e alle potenzialità di quello che è il più importante produttore mondiali di lenti e montature, leader nella distribuzione degli occhiali sportivi e di lusso. L’amministratore delegato, Andrea Guerra, ha commentato: “Siamo entusasti dell’accordo e orgogliosi di essere pionieri nell’industria dell’eyewear ancora una volta“. Quale sarà il frutto di questo accordo? Attendiamo con ansia le prime immagini dei futuri occhiali tecnologici dal design italiano.

    843

    ARTICOLI CORRELATI