Xiaomi Mi 5: prezzo per l’Italia, uscita e scheda ufficiali del topclass

Xiaomi Mi 5: prezzo per l’Italia, uscita e scheda ufficiali del topclass
da in Mobile, Shopping, Smartphone, Xiaomi
Ultimo aggiornamento: Sabato 25/06/2016 07:09

    xiaomi mi5

    Finalmente ufficiali prezzo, scheda e uscita del nuovo Xiaomi Mi 5 ossia il topclass versione standard della società cinese che si propone nella versione con memoria da 16GB oppure da 32GB. Entrambe si avvalgono del nuovo SoC Snapdragon 820 di Qualcomm e di 3GB di Ram oltre che di una lista di specifiche hardware di prima scelta e qualità. Nelle prossime pagine andiamo a scoprire tutte le informazioni complete su questo dispositivo flagship. AGGIORNAMENTO: diversi rivenditori lo hanno posizionato in arrivo per le spedizioni internazionali verso l’Italia, maggiori info nelle prossime pagine.

    La scheda tecnica di Xiaomi Mi 5 prevede un display da 5.15 pollici di diagonale a risoluzione 1920 × 1080 pixel con una luminosità pari a 600 nits, troviamo una fotocamera sul retro da 16 megapixel con sensore Sony IMX298 dotato di flash LED Dual Tone, messa a fuoco PDAF ultraveloce e precisa e OIS; sul fronte c’è spazio per un sensore da 4 megapixel per selfie. Connettività 4G+ in DualSIM per navigare in rete con tanto di tecnologia VoLTE, moduli WiFi 802.11 b/g/n/ac dual-band (MIMO), Bluetooth 4.1, GPS e NFC e non mancano il lettore di impronte digitali per lo sblocco e funzionalità avanzate e la porta USB Type-C, la batteria da 3000 mAh con Quick Charge 3.0, dimensioni pari a 144.55 x 69.2 x 7.25 millimetri per un peso di 129 grammi.

    Sono dunque ufficiali i prezzi di vendita per il nuovo modello. Xiaomi Mi 5 con processore Snapdragon 820 e 3 GB di RAM più 64 GB di memoria interna e 3D Glass Body costerà 2299 YUAN pari a circa 320 euro mentre per Mi5 con stessa configurazione e 32GB di memoria interna ne basteranno 1999 YUAN ossia 279 euro. E per l’estero? Ovviamente si dovranno sommare tasse, eventuale spedizione veloce, oneri doganali e quant’altro, dato che per ora è l’unico modo per avere il nuovo Xiaomi anche da noi in Italia. Ebbene, ad esempio su Gearbest è possibile prenotarlo per l’equivalente di 426 euro nella versione da 64GB e 485 euro in quella da 128GB rispettivamente da 3 e 4GB di Ram. Un ottimo rapporto qualità/costo, seppur maggiorato rispetto al mercato di casa. Acquista Xiaomi Mi 5 su Amazon

    Xiaomi Mi5 nero

    Sono apparse nuove foto di Xiaomi Mi 5, ma soprattutto anticipazioni sul prezzo di vendita di questo terminale che dovrebbe trovarsi in uscita da circa 375 dollari in patria. Un costo come sempre sorprendentemente basso in relazione alla qualità della scheda tecnica offerta, che dovrebbe però leggermente lievitare nell’importazione in Europa. Sembrano confermate le voci che vedono la presenza di un chipset Snapdragon 820 con 3GB e 32GB oltre che una versione più performante con 4GB e 64GB, schermo Full HD da 5.2 pollici con tecnologia 3D Touch (vedi prossime pagine) e fotocamera da 16 megapixel.

    Xiaomi Mi5

    Nuove interessanti voci su Xiaomi Mi5: il nuovo smartphone potrebbe includere la tecnologia 3D Touch / Touch Force per il display da 5.2 pollici, che sarebbe così in grado di percepire l’intensità con la quale si preme, per nuovi e più comodi comandi e controlli. I rumors dell’ultima tornata vertono anche sulla scheda tecnica con il processore, che potrebbe essere uno Snapdragon 820 o Helio X20 e – come già qualche mese fa – sul lettore di impronte digitali (vedi dopo il salto).

    Xiaomi non smette di migliorare la formula dei suoi Mi. I suoi display sono sempre meglio rifiniti. I processori sono sempre più potenti. Gli equipaggiamenti sono sempre più variegati. I design si avvicinano sempre più agli standard top di gamma internazionali. In poche parole, Xiaomi desidera dimostrare a tutti che merita il suo posto tra i 5 più grandi costruttori mondiali di smartphone e leader nel mercato locale. Anche se Mi Note e Mi Note Pro hanno impressionato molto, alcuni dettagli mancano ancora all’appello. Tra l’altro il lettore di impronte digitali che sembra essere, sin dall’arrivo di Apple Pay, la tecnologia tanto in voga per i costruttori cinesi. Questa assenza nel catalogo di Xiaomi potrebbe tuttavia non durare più a lungo. Il brand agli effetti depositato di recente un brevetto dedicato a questa tecnologia presso l’equivalente cinese dell’americano USPTO. Il documento mette in risalto la soluzione di Xiaomi per integrare un lettore di impronte in uno smartphone senza che venga modificata la presa in mano di quest’ultimo. In poche parole, senza che questo influisca nel design della gamma premium del marchio asiatico.

    Senza scendere troppo nell’aspetto tecnico, il progetto è quello di includere il lettore di impronte all’interno della superficie touch che ospita i tasti di navigazione Android, sotto il display di tutti gli smartphone Xiaomi. Il brevetto spiega che basterebbe integrare il lettore di impronte sotto una placca di vetro rinforzata. Proprio come i rilevatori biometrici degli iPhone 5S/6/6Plus e Samsung Galaxy S5/S6. Tuttavia ci sarebbe una differenza: il pulsante vero e proprio non sarebbe necessario. Questo dovrebbe consentire a Xiaomi l’opportunità di integrare un lettore di impronte nei suoi prossimi smartphone senza dover cambiare le sue abitudini, rispetto a Meizu o HTC ad esempio. La scheda tecnica provvisoria parla di un display QHD da 5,2 pollici, un processore quad-core Snapdragon 805 Qualcomm, 3GB di memoria RAM, 14 o 64GB di memoria interna, fotocamera posteriore da 16 megapixel, fotocamera frontale da 8 megapixel e una batteria da 3600 mAh. E quindi, può darsi, anche un lettore di impronte sulla superficie touch con i tasti di navigazione.

    Questa tecnologia, come viene descritta, ci ricorda vagamente Sense ID, la tecnologia di Qualcomm presentata a Barcellona. Lo scopo di Sense ID è quello di utilizzare gli ultrasuoni per attraversare le superfici che proteggono il lettore di impronte. Qui invece si tratterebbe di un laser, anche se lo scopo e ovviamente lo stesso. Naturalmente, al momento nessuno smartphone viene citato con questa tecnologia, ma non possiamo non pensare ad un molto probabile Mi5, il quale era atteso a gennaio 2015 e che ha lasciato il suo posto ai Mi Note e Mi Note Pro. Secondo le voci di corridoio recenti, il sostituto di Mi4 potrebbe arrivare nel corso del secondo semestre 2015. Xiaomi vs Apple: il presidente offre un Mi4 a Jonathan Ive

    1281

    ARTICOLI CORRELATI